QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 23°36° 
Domani 20°33° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
giovedì 27 giugno 2019

Attualità martedì 10 novembre 2015 ore 15:17

Piano di Riconversione e Reindustrializzazione

Confindustria ha presentato gli strumenti agevolativi messi in campo da Ministero per lo Sviluppo Economico, Invitalia e Regione Toscana



PIOMBINO — Nell'ambito delle iniziative per l'attuazione del Piano di Riconversione e Reindustrializzazione di Piombino, si è svolto martedì 10 novembre presso la sede di Confindustria un primo workshop tecnico rivolto alle imprese e alle associazioni di categoria. Nel corso dell’incontro sono stati illustrati gli strumenti agevolativi a disposizione delle imprese interessate ad effettuare investimenti nell'area di crisi industriale di Piombino.

In particolare Alessandro Palmitelli di Invitalia ha presentato nel dettaglio gli strumenti agevolativi previsti dalla legge 181. I fondi a disposizione ammontano a 20milioni di euro, messi a disposizione dal Ministero per lo Sviluppo Economico attraverso Invitalia. L'avviso pubblico emanato con la circolare del 12 ottobre prevede benefici per le iniziative imprenditoriali realizzate nel territorio dei Comuni di Piombino, San Vincenzo, Campiglia Marittima e Suvereto volte alla produttività e alla tutela dell’ambiente.

Dal 12 gennaio 2016 fino al 12 febbraio le imprese e aziende interessate potranno presentare le domande sulla piattaforma dell’agenzia. Saranno finanziati programmi d’investimento con spese ammissibili di almeno 1,5 milioni e la priorità verrà data a chi rioccuperà lavoratori espulsi dal sistema locale e senza lavoro, preferendo gli ambiti di raccolta e depurazione delle acque di scarico, la raccolta, il trattamento e lo smaltimento dei rifiuti di origine industriale e commerciale, il recupero dei materiali industriali o commerciali, l’industria alimentare, la logistica, la costruzione di imbarcazioni da diporto e sportive, la fabbricazione di prodotti in metallo e il turismo.

Le agevolazioni concesse da Invitalia prevedono un finanziamento agevolato, che può coprire fino al 50% degli investimenti ammissibili ed è rimborsabile in 10 anni, un contributo in conto impianti e un contributo diretto alla spesa (rivolto solo all'azione di innovazione dell'organizzazione); complessivamente le agevolazioni possono coprire fino al 75% della spesa ammissibile. Tra le proposte presentate anche due di caratura nazionale come quella per l'avvio di una nuova attività denominata "Nuove imprese a tasso zero" che prevede finanziamenti agevolati per l'apertura di una nuova impresa e "Smart & Start" riservata a nuove imprese innovative nel campo ICT.

Presente anche Simonetta Baldi della Regione Toscana che ha presentato i fondi regionali e le riserve di fondi previste. La Regione ha previsto 33,4 milioni di euro, di cui 8 sono già destinati all’infrastrutturazione dell’area di Colmata (APEA) e i restanti sono riservati a finanziamenti e agevolazioni da destinare per lo sviluppo dell’economia territoriale. 



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Lavoro

Attualità