Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:30 METEO:PIOMBINO21°23°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
domenica 23 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Il video del matrimonio di Diletta Leotta: l'arrivo all'altare e il bacio con Loris Karius
Il video del matrimonio di Diletta Leotta: l'arrivo all'altare e il bacio con Loris Karius

Politica venerdì 25 agosto 2023 ore 14:04

20Eventi, tra spese e presenze la formula non va

Ferrini: "Non mi pare che l'assessore si possa dichiarare soddisfatta avendo speso ben 500mila euro senza muovere turismo e senza fare promozione"



PIOMBINO — Il candidato a sindaco (Psi - Italia Viva) Stefano Ferrini, dopo il bilancio dell'Amministrazione comunale circa la stagione dei 20Eventi, i circa 500mila euro spesi e le oltre 27mila presenze registrate, ha fatto alcune osservazioni e proposto alcune considerazioni.

"Quando l’allora assessore al turismo Giuliano Parodi ideò 20Eventi fece una genialata, perché uscivamo fuori dal Covid, le regole per gli spettacoli erano molto rigide e c’era quindi la necessità di concentrare al massimo tutti gli spettacoli in un luogo unico per ridurre il pericolo di contagio e garantire il rispetto delle norme. Adesso siamo in un altro mondo e questa formula rischia di penalizzare la città, poiché, come giustamente lamentato anche da molti commercianti, chi viene per gli spettacoli si riversa al piazzale d’alaggio, con basse ricadute sul tessuto commerciale. - ha commentato Ferrini - Posso dire, da fruitore di concerti, che normalmente chi li va a vedere venendo da fuori, spesso rimane solo il tempo dello spettacolo e poi riparte, lasciando poco alla città che lo ospita e consumando solo nell’area interna adibita". 

"Poi c’è il tema della tipologia di eventi e qui si apre un mondo. Con iniziative in vari punti della città, compreso Riotorto, che quest’anno invece è stato quasi dimenticato dal Comune, faremmo girare i turisti e favoriremmo il commercio, come è successo con la Notte Bianca. Piombino poi, grazie ai suoi validi ristoratori ed ai produttori di vino, si è fatta un nome nell’enogastronomia, e quindi occorrerebbero eventi legati a questo, che valorizzano un nostro punto di forza e creano identità turistica di un luogo. Come pure iniziative legate alla ricca storia della città, che non possono limitarsi solo alla sfilata storica, quando invece, con un Torrione, un Castello, un centro storico, potremmo rievocare momenti salienti del nostro passato, arricchendoli con mercatini e cene a tema. Infine, avendo un turismo prevalentemente familiare e potendo contare su un Castello che nelle fantasie dei più piccoli evoca favole e magie, perché non organizzare lì iniziative per bambini?".

"È chiaro invece che destinando gran parte delle risorse a 20Eventi, tutto ciò diventa impossibile. Le risorse, appunto. Con 2.500 posti in piedi e 1.400 a sedere è evidente che puoi permetterti grandi nomi solo andando a sostenere con denaro pubblico gli alti costi che la limitata bigliettazione non può coprire. Se vogliamo puntare sui concerti con nomi importanti occorre invece pensare a rendere agibili per il pubblico spettacolo lo stadio Magona o il campo del Salivoli, naturalmente in accordo con le società sportive che li gestiscono, dove i posti sarebbero molti di più e la bigliettazione coprirebbe gran parte delle spese", ha spiegato.

"Leggo infine che per l’assessore Nigro lo scopo di 20Eventi non può essere quello di fare cassa, ma promozione del territorio. Considerando che solo il 37% di chi ha visto gli spettacoli era un turista, non mi pare si possa dichiarare soddisfatta come invece ha fatto, avendo speso ben 500mila euro, aspettando un consuntivo, che temo sarà molto più alto, senza muovere turismo e quindi senza fare promozione", ha concluso.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
È venuto alla luce ieri il piccolo Damiano, figlio della giornalista Dina Maria Laurenzi della redazione di QUInews-Toscanamedia
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Blue Lama

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità