comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 18°28° 
Domani 18°31° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
martedì 07 luglio 2020
corriere tv
Le farmacie e il calo delle vendite delle mascherine: «Colpa anche del caldo»

Spettacoli venerdì 20 dicembre 2019 ore 14:30

A MasterChef tre sì per Marco Abel

Marco Abel con il grembiule bianco

La prima puntata di MasterChef 9 in onda giovedì sera su Sky Uno ha regalato una sorpresa a Piombino: il grembiule bianco per Marco Abel



PIOMBINO — La cucina di MasterChef ha riaperto i battenti con i tre chef giudici Antonino Cannavacciuolo, Bruno Barbieri e Giorgio Locatelli. La prima puntata, andata in onda giovedì 19 Dicembre su Sky Uno, ha riservato una sorpresa per Piombino: la partecipazione di Marco Abel

Marco, nato a Pisa nel 1993, vive a Piombino ormai da 20 anni, luogo, ci confessa, a cui è particolarmente legato sia per l'ambiente che per le persone che ci vivono anche se spera che in questo difficile momento per Piombino ci fossero più iniziative e aiuti rivolti i giovani che spesso lasciamo tutto per cercare un futuro migliore all’estero.

Ai tre giudici ha proposto il piatto "Uno spritz in cucina" e ha conquistato il grembiule bianco che porta direttamente nel vivo del programma. In attesa di scoprire come proseguirà la sua esperienza a MasterChef 9 gli abbiamo rivolto alcune domande.

Come è nata la tua passione per la cucina? La mia passione per la cucina è nata fin da piccolo, quando mia madre cucinava sentivo i profumi e mi avvicinavo aiutandola a preparare le varie pietanze e per ricompensa avevo diritto al primo assaggio.

Com’è nata l’idea di partecipare a MasterChef? Una sera mentre guardavo le ultime puntante decisi di provare un pó per gioco e fortunatamente ci sono riuscito. Premetto, però, che ho dovuto superare molte audizioni che in tv non sono state trasmesse. Eravamo ben 37mila persone da tutta Italia ma non mi sono scoraggiato e mi sono fatto forza passo dopo passo. Un’emozione unica credetemi.

Ti aspettavi i 3 sì? Beh ero abbastanza convinto del mio piatto "Uno spritz in cucina" perché era un piatto su cui mi ero concentrato molto. La mia paura più grande era non saper gestire l’emozione che era molta.

Durante la puntato ti abbiamo visto molto emozionato. Mi sono commosso perché i complimenti che mi facevano erano veramente belli, purtroppo per tempistica è stata tagliata una gran parte della prova. Io ero emozionato e convinto del mio piatto perché sentivo che aveva tutte le carte in regola per riuscire a strappare quel grembiule bianco a cui puntavo. Sentire i giudici che io ho sempre ammirato esclamare 'buonissimo' è stato un colpo al cuore. Ho fatto tanti sacrifici per arrivare lì ma solo per quelle tre parole, i sì, ne è valsa la pena. Un giorno che porterò dentro di me per sempre.

E infatti Marco Abel ha conquistato il grembiule bianco con i tre sì dei giudici, nonostante la novità di quest'anno del grembiule grigio che con solo due sì permetteva ai concorrenti di accedere a una prova aggiuntiva.

Marco, adesso però ci devi svelare i segreti del tuo piatto! Il mio piatto si chiama "Uno spritz in cucina", praticamente è nato dall’idea di far sì che una bevanda molto in voga potesse diventare un piatto culinario. Quindi ho deciso di strutturarla creando una salsa d’arancia aromatizzata al limone con delle puntine di riduzione di prosecco, sopra ho adagiato i gamberi fatti in tempura e, infine, la magia con la sferificazione dell’Aperol che è diventato un finto caviale che ha dato quel gusto che ha equilibrato il piatto. Un’idea inventata da me e ne vado fiero. Anche chef Barbieri, come gli altri nella puntata, hanno detto che è un’idea molto bella che gli piaceva molto.

Dina Maria Laurenzi
© Riproduzione riservata



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Lavoro