QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 17°22° 
Domani 17°26° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
venerdì 21 giugno 2019

Lavoro lunedì 18 febbraio 2019 ore 09:20

"Quale visione dell'attuale Governo per Piombino"

In vista dell'incontro al Ministero dello Sviluppo economico tanti gli argomenti da affrontare. Tra questi per Uglm c'è la questione ammortizzatori



PIOMBINO — Si avvicina il 19 Febbraio giorno in cui i sindacati sono chiamati al Ministero dello Sviluppo economico per verificare gli sviluppo del piano Jindal dopo il suo arrivo ai vertici dello stabilimento siderurgico piombinese. 

Mentre è già pronto il presidio dei lavoratori organizzato da Camping Cig e Opposizione Cgil, i sindacati hanno stilato una serie di punti da sottoporre all'attenzione del Ministero di riferimento (leggi qui sotto gli articoli correlati).

Tra i vari aspetti Uglm ha annunciato di voler affrontare "la sospensione dell'attuale ammortizzatore, la Cigs per area di crisi, da parte del Ministero motivata dal fatto che ancora non è stata definita l'interruzione dell'altro periodo di cassa integrazione già autorizzato. - hanno riferito in una nota - In effetti il precedente ammortizzatore sarebbe stato valido fino al mese di Dicembre 2018 ma è stato interrotto, in maniera anticipata, perché Aferpi aveva esaurito il monte orario previsto. Da quando abbiamo appreso la notizia ci siamo subito attivati, tramite il segretario nazionale, ma occorre che a definire l'interruzione della Cigs sia una commissione ministeriale ancora in fase di costituzione".

Dall'incontro del 19 febbraio "occorrerà anche capire quale visione e progetti l'attuale Governo abbia in serbo per il territorio di Piombino". Risposte dovranno arrivare sul fronte bonifiche, sui 50 milioni per la bonifica della falda e sull'ipotesi di una produzione di acciaio al piombo.

"Forse l'incontro del 19 non sarà risolutivo ma per la Uglm queste sono le tematiche che porteremo avanti, oggi come in passato con il precedente Governo, perché Piombino sia considerata una vertenza nazionale", hanno concluso dal sindacato.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Lavoro

Attualità

Politica

Attualità