comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 12°19° 
Domani 17°19° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
lunedì 28 settembre 2020
corriere tv
Inps, Salvini: «L'aumento di stipendio di Tridico? La Lega non c'entra»

Politica mercoledì 18 gennaio 2017 ore 13:00

Spirito Libero, linea coerente per Aferpi

Andrea Fanetti, coordinatore di Spirito Libero

Durante l'incontro con i sindacati i vertici del coordinamento tornano a chiarire il loro punto di vista sulla vicenda Aferpi



PIOMBINO — I vertici del coordinamento Spirito Libero, Andrea Fanetti e Daniele Massari, hanno preso parte all'incontro con le rappresentanze sindacali Aferpi. I due hanno voluto sottolineare l'estrema coerenza avuta in questi anni in merito alla vicenda Aferpi, coerenza che non li ha mai visti cadere in facili trionfalismi.

"E’ dal 9 settembre del 2015 che abbiamo esternato tutta la nostra preoccupazione per il mancato avvio di demolizioni e la latitanza di progetti chiari, - ha detto Andrea Fanetti - perché riteniamo che il nostro dovere sia quello di cercare in modo pragmatico e fino all’ultimo minuto soluzioni concrete, ossia l’unica cosa razionale da fare a fronte di un soggetto che ricordiamo è stato selezionato attraverso procedure pubbliche a fronte di inesistenti piani B, se non fantomatici o impercorribili”.

Gli da da eco Daniele Massari che ha sottolineato come Spirito Libero si sia trovato in solitaria quando ha chiesto più e più volte di avviare un tavolo di discussione per la Variante Aferpi (leggi l'articolo correlato). 

“Noi sulla spinosa vicenda Cevital/Aferpi ci eravamo ieri e ci siamo tuttora, in modo coerente con il sindaco, con chi ci ha votato e per tutti i piombinesi, con i disoccupati diretti e indiretti, con gli artigiani e i commercianti, coi lavoratori dell’indotto e tutte le altre categorie professionali che non godono neanche di ammortizzatori sociali. - ha concluso Massari - Non è certamente questo il tempo dei proclami perentori, dei personalismi e della propaganda, così come non è il momento dei riposizionamenti o dei distinguo, ma è tempo di coerenza, responsabilità e soprattutto di coesione ed unità”.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

Sport

Attualità