Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:PIOMBINO14°15°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
venerdì 09 dicembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Il video dello scambio in aeroporto tra Brittney Griner e Viktor But

RIGASSIFICATORE venerdì 05 agosto 2022 ore 16:13

“Approfondire il piano di sicurezza provvisorio”

I comitati Salute Pubblica e La Piazza scrivono anche al Prefetto per chiedere una serie di integrazioni infatti di sicurezza



PIOMBINO — Alcuni cittadini, riuniti in Comitati, hanno scritto al Prefetto, al Comitato Tecnico Regionale delle Toscana, presso Direzione Generale Vigili del Fuoco della Toscana, alla Autorità di Sistema Portuale e alla Capitaneria di Porto di Piombino al fine di evidenziare aspetti ritenuti critici o non sufficientemente approfonditi del Piano di Sicurezza Provvisorio predisposto ai sensi della legge sui rischi di incidenti rilevanti, decreto 105 del 2015, dalla Snam nell’ambito del progetto per il rigassificatore nel porto di Piombino.

“La prima osservazione fatta è che le analisi sui rischi e possibili incidenti non è stata effettuata sulla nave Golar Tundra, bensì sulla documentazione tecnica di una nave con caratteristiche similari. - hanno spiegato i Comitati Salute Pubblica e La Piazza - Delle 5 casistiche solo una viene ritenuta ragionevolmente credibile, con frequenza di accadimento superiore o pari a 1x 10-6 per occasioni per anno, le rimanenti ipotesi incidentali non vengono prese in considerazione poiché le probabilità che avvengano sono ritenute basse”. 

Per questo i comitati hanno chiesto che tutti i rischi debbano essere individuati, che vengano presi in considerazione anche rischi legati a effetti incidentali esterni e non solo legati a malfunzionamenti, per esempio rischi di collisioni in porto, rischi legati a possibili attentati e l’errore umano.

“Il rapporto di sicurezza rinvia alla Autorità di Sistema Portuale il compito di valutare le compatibilità territoriali con il rigassificatore, in quanto ‘soggetto amministratore del bene demaniale marittimo deve fornire alle autorità competenti in materia di pianificazione territoriale e urbanistica le informazioni relative agli scenari incidentali e in particolare quelli che coinvolgono aree esterne a quella portuale ai sensi dell’art. 6 del DM 9.5.2001’. Questa valutazione ad opera della Autorità Marittima è importante - hanno commentato i comitati - perché dovrà valutare la compatibilità territoriale attuale e quella del futuro della città e della sua economia. Si invitano gli Enti a richiedere anche essi che il Piano di Sicurezza Provvisorio venga integrato, da subito, visti i tempi strettissimi della procedura, da analisi e approfondimenti per ora rinviati al Piano di Sicurezza Definitivo”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
“L’ideazione è stata solo nostra. Analogia nel senso che per vaccini e rigassificatore non sia stato portato alcun rispetto per la vita delle persone“
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Marco Celati

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità