Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:18 METEO:PIOMBINO22°23°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
domenica 26 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, scontri al corteo No green pass: i manifestanti sfondano il cordone della polizia

Attualità lunedì 20 maggio 2019 ore 18:10

Arrivano i vigili di prossimità

Foto di repertorio

Quattro assunzioni e due macroaree da controllare nell'ambito del progetto promossa da Regione e Anci. Piombino tra le 14 città selezionate



PIOMBINO — Dal primo Giugno arrivano i vigili di prossimità, nell'ambito della sperimentazione avviata con finanziamenti regionali. Il servizio di prossimità, in generale, è un'occasione per ascoltare le necessità, informare, prevenire le difficoltà e un modello di collaborazione fra le istituzioni, per venire incontro all’esigenza dei sindaci di dare risposte operative e concrete ai cittadini sul fronte della sicurezza. 

Piombino, insieme ad altre 14 città toscane, è stata scelta dalla Regione, in accordo con Anci, per avviare la sperimentazione dei vigili di prossimità in Toscana. Entreranno in servizio quattro nuovi vigili assunti a tempo indeterminato che, sulla base di questo progetto verranno pagati per i primi tre anni dalla Regione Toscana per una spesa complessiva di 450mila euro. Trascorsi i primi tre anni i Comuni si impegnano a garantire la continuità del progetto, fino al 2023, sostenendone integralmente la spesa.

I quattro vigili andrebbero ad aggiungersi agli attuali 32 attualmente in servizio nel corpo della Polizia municipale di Piombino. Una coppia di agenti a piedi in orari diversi del giorno, e in alcuni casi anche durante la notte, presidieranno alcune aree della città per operare nella realtà quotidiana e diventeranno punto di riferimento per i cittadini e i commercianti. 

L’intervento dei vigili in questo caso sarà finalizzato alla risoluzione dei conflitti e dissidi per rumori e schiamazzi e per comportamenti che possono recare disturbo da parte di alcuni. Nei casi in cui i casi non possano essere risolti attraverso la mediazione, saranno applicate le sanzioni. La stessa metodologia verrà seguita per la risoluzione di conflitti legati alla qualità urbana, legati al danneggiamento dell’arredo urbano o dell’illuminazione pubblica. Le attività svolte dai vigili saranno prevalentemente di controllo, prevenzione e informazione, sanzione e resoconto dell’attività svolta.

Per la realizzazione di questo progetto la città è stata suddivisa in due zone principali, la prima comprende il centro storico, l’area che conduce al porto commerciale e la zona limitrofa allo stabilimento siderurgico; l’altra macro area comprende invece via Petrarca, piazza della Costituzione, piazza Dante dove si verificano episodi di atti vandalici all’interno dei giardini e dove il tessuto urbano è soggetto a una perdita progressiva di abitanti e negozi.

All’attivazione del servizio verranno distribuiti depliant informativi all’interno delle cassette postali delle abitazioni o dei negozi presenti che forniranno informazioni sul servizio di prossimità e le indicazioni di posta elettronica a cui far pervenire le segnalazioni. A cadenza semestrale verrà elaborato un report sul lavoro svolto e al termine di sei mesi gli operatori addetti a una squadra potranno essere spostati all’altra zona in modo da ruotare sul territorio.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La Protezione civile regionale ha diffuso un codice giallo attivo su tutta la Toscana. Possibili anche colpi di vento e grandinate
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità