QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 10° 
Domani 10°15° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
giovedì 12 dicembre 2019

Attualità martedì 30 luglio 2019 ore 18:17

Turismo ed eventi, la ricetta della vecchia giunta

La nota dell'ex sindaco Giuliani e la sua giunta: "Auguri e coraggio caro Parodi, i soldi possono essere pochi, sono le idee che non devono mancare"



PIOMBINO — "C'è da rimanere stupefatti nel leggere le dichiarazioni del vicesindaco Parodi. Può anche darsi che la sua passata esperienza al Comune di Suvereto sia stata quella di poter contare su tante risorse da riuscire a programmare nel periodo che va da Gennaio a Marzo tutte le iniziative e gli eventi per un anno intero, ma per il Comune di Piombino, nei cinque anni della nostra amministrazione non è mai stato possibile". A intervenire è l'ex sindaco Massimo Giuliani e la sua vecchia giunta in risposta alle dichiarazioni del vicesindaco sulle casse comunali a secco per la copertura delle spese di accoglienza e organizzazione eventi (leggi qui l'articolo correlato).

"Nonostante le difficoltà di un bilancio sempre molto scarso per quanto riguarda la spesa corrente, ci piace comunque ricordare a Parodi che noi abbiamo ridotto l'indebitamento del Comune del 30% rispetto a prima del Giugno 2014, lasciando dunque all'attuale amministrazione dei margini di manovra che noi non abbiamo avuto. - hanno aggiunto - Dal giorno del suo insediamento abbiamo constatato la soddisfazione dell'Amministrazione Ferrari per le tante iniziative culturali, sportive, per le serate di festa in città e nei suoi luoghi più amati e frequentati da cittadini e turisti, e fino alla fine della stagione ancora molti appuntamenti saranno spunto per la gioia del sindaco, del vicesindaco e di altri assessori. Il fatto è che, senza peraltro riuscire a trovare le risorse per il molto di più che ci sarebbe piaciuto realizzare, tutte le iniziative che stanno animando fin dal mese di maggio l'estate piombinese sono il frutto di un lavoro pazzesco di programmazione al centesimo di risorse limitate e molto contenute, e controllate con attenzione certosina dalla Giunta, dagli Uffici, dai Dirigenti responsabili, a partire dalla Ragioneria Generale del Comune. Che, come tutti sanno, o dovrebbero sapere, non è mai stata una dépendance dell'azione della giunta, anzi, ne ha sempre e correttamente aiutato l'azione per mantenere la spesa, sia quella corrente che quella per investimenti, dentro la linea di una ferma e rigorosa correttezza amministrativa".

Come fare allora per i prossimi eventi? 

"Ogni anno, a Settembre, con buona volontà e tanta pazienza, abbiamo lavorato per trovare le altre risorse utili ad altri appuntamenti, eventi, manifestazioni, fino alle feste natalizie. - hanno ricordato in una nota - Non avendo quasi mai trovato appoggi in sponsor economici potenti, né cercando di dare ad altri responsabilità di comodo, magari per ingraziarsi il favore di questa o quella associazione culturale, sportiva, ricreativa, o per giustificare una difficoltà. Per fare fronte a capitoli che ogni estate si esauriscono per eventi musicali, teatrali e di intrattenimento, spesso di grande impatto sul piano organizzativo e della partecipazione e che hanno costi ineliminabili come quelli per la sicurezza, si fa in un solo modo: si prende il bilancio, si guardano gli aggiornamenti delle entrate, si verifica se ci sono margini per una variazione di bilancio per rifinanziare quei capitoli e andare avanti. Il vicesindaco Parodi, se vuole, può guardare la capienza iniziale dei capitoli del Turismo, della Cultura, degli eventi sportivi, e potrà rendersi conto da solo che, con quelle risorse, l'attività culturale e di promozione turistica nella città di Piombino svolta per tutto l'anno negli ultimi cinque anni, ha avuto del miracoloso".

"Infine, è chiaro che ogni Amministrazione fa legittimamente le sue scelte di fondo, e noi non possiamo tacere che una parte cospicua del nostro bilancio, più di 700 mila euro del Comune di Piombino, è sempre stata indirizzata alla struttura fondamentale della nostra vita culturale e storica, cioè alla Società Parchi Val di Cornia. - e hanno concluso - Non vorremmo essere accusati di voler insegnare ad altri come sia bello ma incredibilmente difficile governare Piombino. Auguri dunque, e coraggio caro Parodi, i soldi possono essere pochi, sono le idee che non devono mancare".



Tag

Grassi passa alla Lega, il suo intervento in Senato: "Non mi riconosco piu' nelle politiche del M5s"

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità