QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 15°17° 
Domani 11°16° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
giovedì 14 novembre 2019

Cronaca venerdì 19 luglio 2019 ore 12:42

Coltiva marijuana, scattano manette e controlli

La Polizia ha scoperto il campo di marijuana coltivato in località Asca. In casa una piccola serra. Attivate indagini di laboratorio



PIOMBINO — Sono scattate le manette e una serie di accertamenti della Polizia per la scoperta di un campo di marijuana in località Asca a Piombino. 

Una pattuglia della polizia, nell'ambito di una serie di controlli mirati sul territorio nei giorni scorsi, ha voluto approfondire sulla presenza di un campo dedicato alla coltivazione di marijuana. Arrivati in località Asca la squadra volante del Commissariato di Polizia ha notato la presenza di un giovane che con un atteggiamento sospetto entrava in un appezzamento di terra assicurato con catena e lucchetto. I poliziotti hanno deciso di fermare il 24enne, un piombinese già noto alle forze dell'ordine come assuntore di sostanze stupefacenti, e procedere ai controlli. Questo, come hanno spiegato  nell'ambito di una conferenza stampa in Commissariato, è stato di fatto impedito dal cane del ragazzo che si è scagliato contro i poliziotti, mordendone uno al polso (tanto da ricorrere alle cure dei sanitari dell'ospedale Villamarina).

E' stato proprio in questi frangenti che il ragazzo è riuscito a darsi alla fuga nel campo; fuga terminata poco dopo, nonostante la sua resistenza. 

La Polizia ha accertato la presenza di circa 300 piante di marijuana alte tra i 50 centimetri e i 3 metri. Il terreno, risultato in affitto, è stato posto sotto sequestro; sotto sequestro anche le piante che verranno sottoposte ad accertamenti di laboratorio per verificare la tipologia di coltivazione.

I controlli si sono estesi anche presso l'abitazione del giovane dove all'interno sono stati rinvenuti una piccola serra professionale con 6 piante di marijuana coltivata in vasi, un bilancino di precisione e fluorescenze essiccate e suddivise in più buste. Ora tutto sotto sequestro.

Per il 24enne sono scattati gli arresti domiciliari, in attesa dell'udienza di convalida, per violenza, minaccia, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale nonché per il reato di produzione di sostanze stupefacenti.

Accertamenti in corso, invece, per il cane molosso Amstaff volti a verificarne la pericolosità sociale. L'animale nel novembre scorso aveva sbranato un gatto ai Ghiaccioni.



Tag

Venezia sott'acqua, la peggiore marea degli ultimi 50 anni: le immagini dall'elicottero

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità