comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:04 METEO:PIOMBINO13°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
mercoledì 25 novembre 2020
corriere tv
Lilli Gruber a Conte: «Ha mai sentito Mario Draghi?». E il premier non la prende bene

Attualità sabato 10 ottobre 2020 ore 12:58

“La nostra richiesta del tutto legittima”

Uno striscione del Comitato Salute Pubblica

Il Comitato Salute Pubblica replica a Pasquinelli (M5s) e Bartolini (Ascolta Piombino) sulla commissione d’inchiesta a tema discarica



PIOMBINO — Il Comitato Salute Pubblica risponde ai consiglieri Daniele Pasquinelli (M5s) e Monica Bartolini (Ascolta Piombino) rispetto a quanto hanno dichiarato in due distinte note sull'avanzamento dei lavori della Commissione d'inchiesta sulla gestione passata e presente della discarica (leggi qui sotto gli articoli correlati).

"Si rivolgono risentititi al Comitato di Salute Pubblica perché alcuni giorni fa, ha avuto l’ardire di chiedere notizie in merito all’operato della Commissione d’inchiesta costituita, ormai da un anno, per fare luce sulla vicenda della gestione economica e finanziaria di Asiu, Tap e RiMateria. - hanno esordito - Richiesta, a nostro modo di vedere, del tutto legittima, visto che in tutto questo lasso di tempo non ci è stato dato modo di essere informati sui lavori di detta Commissione, nonostante avessimo chiesto di poter presenziare, ove possibile, alle riunioni e visto che, anche sul portale del Comune, non vi è traccia di ulteriori convocazioni, dopo quella del 23 Ottobre 2019 nella quale è avvenuta la nomina del presidente".

"Eppure è noto a tutti, quanto la questione Rimateria stia a cuore ai cittadini di Piombino, seppur consapevoli che il lavoro da portare avanti non sia né semplice , né breve, noi del Comitato, ma anche molti cittadini, ci siamo sempre chiesti a che punto fosse lo stato dell’arte. In sede di costituzione della Commissione, era stato stabilito che ci sarebbe voluto un anno, e un anno in effetti è trascorso senza che ci sia stato il minimo sforzo da parte della Commissione di informare l’opinione pubblica sull’andamento dei lavori. - hanno commentato - Ora, solo perché, dopo aver rispettosamente atteso che il tempo stabilito passasse, abbiamo chiesto lumi, ci sono arrivati attacchi e risposte risentite e infine la notizia che la Commissione chiederà di prorogare i lavori di altri 12 mesi", come anche riferito in un comunicato della coalizione di maggioranza.

Per il Comitato Salute Pubblica essersi rivolti al presidente della commissione Pasquinelli non doveva essere un attacco e, rispondendo alla consigliera Bartolini, non si poteva ricorrere ad una semplice telefonata.

"Non ci aspettavamo questo forte risentimento per il solo fatto che abbiamo chiesto di essere informati sull’andamento della commissione. - hanno concluso dal comitato - Ma evidentemente quando dei cittadini chiedono alla parte politica di essere informati sulle vicende in corso vengono subito etichettati come strumentali. I Comitati nascono quando i cittadini non si sentono adeguatamente rappresentati e tutelati dalle amministrazioni pubbliche e dalla istituzioni e vengono alimentati dal disagio e dall’insoddisfazione che pervade l’opinione pubblica. Laddove suddetti disagi e insoddisfazioni scomparissero, i comitati cesserebbero inevitabilmente di esistere. Ci siamo costituiti da oltre due anni, se continuiamo a esistere è perché siamo alimentati da quei disagi e da quelle insoddisfazioni. Eliminate disagi e insoddisfazioni e noi scompariremo".



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Lavoro

Attualità

Politica