QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 14°15° 
Domani 14°16° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
domenica 08 dicembre 2019

Attualità venerdì 09 giugno 2017 ore 15:46

La lente dei Comuni sulla costa toscana

Consulta dei comuni costieri, dopo l'esperienza del novembre 2015. A Piombino si fa il punto dei comuni sulle concessioni demaniali



PIOMBINO — I sindaci dei Comuni costieri della Toscana si sono ritrovati a Piombino per una importante riunione promossa da Anci Toscani per fare il punto sulle principali questioni del settore che riguardano i territori della costa e dei comuni insulari. 

Presenti alla riunione, oltre al sindaco di Piombino, i rappresentanti dei comuni di San Vincenzo, Castagneto Carducci, Bibbona, Cecina, Rosignano, Livorno, Follonica, Scarlino, Castiglione della Pescaia, Carrara, Pisa, Pietrasanta, Vecchiano.

I lavori, coordinati dallo stesso Massimo Giuliani in qualità di responsabile Anci Toscana per l'ambiente, coadiuvato da Gabriele Lami, tecnico Anci Toscana e Francesco Guardi, in rappresentanza della Regione, sono stati l'occasione per l'aggiornamento della posizione toscana sul disegno di legge “Delega al Governo per la revisione e il riordino della normativa relativa alle concessione demaniali marittime ad uso turistico-ricreativo”.

Si sono affrontate le criticità del disegno di legge, hanno fatto sapere in una nota, richiamando in particolare il legislatore alla necessità di tener conto di ogni rilevante specificità, anche attraverso una maggiore condivisione con i livelli regionali. Critiche e suggerimenti presentati da Anci Toscana lo scorso 27 aprile nell'audizione avuta presso le commissioni riunite finanze e attività produttive della Camera dei Deputati.

Durante la riunione, inoltre, si è fatto un aggiornamento sullo stato di ricognizione in corso sull'utilizzo della fascia costiera regionale per le finalità di balneazione, e sul tema, definito urgente dagli intervenuti, delle concessioni per la realizzazione di impianti di acquacoltura. In merito a tali problematiche, Anci ha confermato che chiederà a breve un incontro agli assessori regionali competenti, con l'obiettivo di coordinare come sistema toscano le prossime azioni.

Come ultimo punto all'ordine del giorno si è svolto un aggiornamento sulla prossima attività di formazione Anci in merito alla recente disciplina per l'utilizzo dell'F24 per il pagamento dei canoni in vigore dallo scorso primo gennaio.



Tag

Calenda in tv: «Quando Renzi era premier, noi ministri lo prendevamo in giro»

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Spettacoli

Lavoro