Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:19 METEO:PIOMBINO22°28°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
sabato 13 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Piero Angela, l'ultima volta in tv: «Io come la Regina Elisabetta: lavoro da 70 anni per la Rai»

Politica venerdì 10 aprile 2020 ore 16:48

"L'accoglienza va fatta bene non a casaccio"

Fabrizio Callaioli (consigliere di Rifondazione Comunista)

Rifondazione sulla Diadema: "Adesso il sindaco si indigna perché i servizi sanitari territoriali si dovranno fare carico dei 300 tamponi?"



PIOMBINO — Le operazioni legate alla Costa Diadema preoccupano Rifondazione Comunista.

"Ma come, il sindaco che aveva assicurato il trasferimento di 700 lavoratori della Diadema entro il 3 Aprile, che aveva assicurato che l'Usmaf (servizio sanitario marittimo, ndr) avrebbe gestito tutta l'emergenza sulla nave con dispiegamento di forze, ospedali gonfiabili e quant'altro, adesso si indigna perché i servizi sanitari territoriali si dovranno fare carico dei 300 tamponi per i positivi al test sierologico proprio quando la Regione segnala una carenza di reagenti e teme che questo comprometterà l'attività di medici e infermieri, e aggiunge che sarebbe meglio di tutto si facesse carico la Costa". 

Interrogativo quello di Rifondazione Comunista che sottolinea come da subito avevano rilevato che "ci sarebbero potuti essere questi problemi chiedendo se fosse stata valutata la sostenibilità dei servizi territoriali dell'eventuale gestione di casi sulla nave, se fosse stata valutata la possibilità di approdo in porti più vicini a grandi ospedali Covid tipo Livorno, al quale, si è poi saputo, neanche è stato chiesto, se fosse stata coinvolta la Costa che ha tutta la responsabilità di aver lasciato a girovagare in mare i suoi lavoratori. Allora no, noi eravamo quelli cattivi che non volevano accogliere".

"E invece avevamo ragione, - hanno commentato - perché la politica non è romantica e l'accoglienza, e noi lo sappiamo, va fatta bene e non a casaccio. E ora, siccome quegli esseri umani sulla nave hanno diritto come tutti quanti noi ad essere curati, il sindaco invece di temere e di suggerire, si muova, perché la responsabilità di garantire la tutela della salute dei lavoratori della Costa Diadema senza gravare sui servizi sanitari in modo tale da farli scoppiare è solo sua".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il maltempo è atteso sulla costa toscana e sulle isole. Previsto anche il rinforzo dei venti da nord est. Ecco i dettagli
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Adolfo Santoro

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

RIGASSIFICATORE

Attualità

RIGASSIFICATORE