Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:05 METEO:PIOMBINO15°19°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
lunedì 25 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Maltempo in Sicilia: auto travolte dal fango a Scordia, si cercano dispersi

Attualità sabato 21 marzo 2020 ore 09:40

Covid-19, Jindal scrive per rassicurare gli operai

Sajjan Jindal

"Il management ha provveduto a prendere tutte le opportune precauzioni. Siate sereni. Prego l’Onnipotente che ci dia la forza per uscirne indenni"



PIOMBINO — Da Mumbai arriva il pensiero di Sajjan Jindal che scrive una lettera indirizzata agli operai Jsw Steel Italy di Piombino auspicando che stiano bene e rassicurandoli che in fabbrica il management ha provveduto a prendere tutte “le opportune precauzioni affinché sia garantita la massima priorità alla vostra sicurezza e salute sul luogo di lavoro”. Nella lettera, inoltre, il numero uno di Jsw Steel Italy ha rassicurato i lavoratori che sono stati “adottati e seguiti tutti i dovuti protocolli di disinfezione e igienizzazione”.

Come previsto nella cultura indiana, spiegano in un comunicato stampa dell'azienda, Sajan Jindal invita gli uomini e le donne di Jsw Steel Italy Piombino a prendersi cura di se stessi e delle loro famiglie, e anche della loro spiritualità invitandoli a, come si traduce dalla lettera, “restare a casa, consigliandovi altresì di adottare abitudini a beneficio della vostra salute, quali l’esercizio fisico, lo yoga e la meditazione, per tenere meglio la vostra forma fisica e mentale”.

Conscio della gravità della situazione su scala mondiale, mister Jindal conclude il suo messaggio “pregando l’Onnipotente di dare a tutti noi la forza per superare questa particolare prova indenni”.

La lettera non ha convinto Vincenzo Tuvè, Rsu Uglm che non ha per nulla condiviso l'invito a fare yoga e meditazione. "Siamo letteralmente sconcertati dalla lettera inviata da Saijan Jindal ai lavoratori di Piombino. Sconcertati, non troviamo altri aggettivi", ha riferito in una nota confessando che avrebbe preferito leggere nella lettera che il magnate indiano avrebbe provveduto a inviare dall'India tutte le mascherine e i Dpi (Dispositivi di protezione individuali) di cui i lavoratori hanno bisogno.

Da giorni i rappresentanti dei lavori di Fim, Fiom, Uilm e Uglm stanno monitorando la situazione affinché vengano rispettate tutte le misure di sicurezza per evitare la diffusione del coronavirus dentro lo stabilimento (leggi qui l'articolo correlato).

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Su #tuttoPIOMBINO di QUInews Valdicornia Gordiano Lupi tratteggia la storia di Torre Nuova sulle orme di Mauro Carrara
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Spettacoli

Sport

CORONAVIRUS

Attualità