comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 17°27° 
Domani 14°23° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
giovedì 24 settembre 2020
Giani
863.615
 
48.62%
Ceccardi
718.605
 
40.46%
Galletti
113.692
 
6.40%
Vigni
7.664
 
0.43%
Fattori
39.668
 
2.23%
Barzanti
16.061
 
0.90%
Catello
16.992
 
0.96%
corriere tv
Sgarbi su Suarez: «È più grave che i ministri non conoscano i congiuntivi, come Di Maio»

Attualità domenica 20 ottobre 2019 ore 19:22

No al raddoppio, pronti per manifestare a Firenze

Più di cento persone pronte a partire per manifestare la contrarietà all'ampliamento della discarica Rimateria al centro della conferenza dei servizi



PIOMBINO — Sono due gli autobus, per un totale di 120 persone, pronti a partire per Firenze in occasione della conferenza dei servizi che stabilirà se concedere o meno la Via al raddoppio della discarica Rimateria in località Ischia di Crociano a Piombino.

Molte le adesioni raccolte per manifestare in Regione e far sentire la voce di quanti sono contrari all'ampliamento dei volumi di discarica. 

“La Regione Toscana non può permettersi di prendere decisioni a dei tavoli così distanti dal territorio senza considerare l’opinione di chi convive ogni giorno con i disagi che quella discarica comporta. Per questo, - avevano detto gruppi politici e associazioni - dobbiamo accompagnare il sindaco della nostra città, il rappresentante dei piombinesi davanti alle istituzioni, e far sapere alla Regione che Piombino non vuole essere la città dei rifiuti. La tutela della salute e del territorio è un tema caro a tutti noi e ogni singola iniziativa può contribuire alla battaglia per la salvaguardia del nostro territorio. Non possiamo accettare passivamente decisioni altrui, soprattutto quando c’è in gioco la nostra salute e quella dei nostri figli".

Appuntamento, dunque, alle 9.45 in piazza Unità italiana.

Oltre al sindaco di Piombino saranno presenti anche i sindaci di Campiglia Marittima, Alberta Ticciati, e San Vincenzo, Alessandro Bandini "per testimoniare attraverso la presenza dei sindaci l'importanza del coinvolgimento di tutto il territorio della Val di Cornia in un processo così importante e delicato come la messa in sicurezza della LI53", avevano detto (leggi qui l'articolo integrale).

Intanto, sempre a proposito della discarica, sono state consegnate le firme raccolte in una doppia petizione promossa dal Comitato Salute Pubblica (leggi qui l'articolo correlato).



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità