Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:40 METEO:PIOMBINO14°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
mercoledì 01 dicembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Letta «Queen maker» scopre le carte: ecco chi è il primo identikit del Pd per la corsa al Colle

Politica lunedì 25 ottobre 2021 ore 10:08

Dubbi sulla difesa incondizionata a Bezzini

Pd e Con Anna sulla richiesta di dimissioni dell’assessora all’Ambiente: “Venuta meno l'efficienza e l'economicità dell'azione amministrativa”



PIOMBINO — Dopo la discussione in Consiglio comunale della mozione di Ascolta Piombino per chiedere le dimissioni dell’assessora all’Ambiente Carla Bezzini, i gruppi di opposizione Pd e Con Anna per Piombino hanno esternato qualche perplessità sulla difesa incondizionata dichiarata da sindaco e Fratelli d'Italia nei giorni scorsi.

"Ci saremmo aspettati un dibattito sentito e una esposizione maggiore da parte dei gruppi consiliari di maggioranza. Invece, abbiamo potuto ascoltare solo dichiarazioni di voto con le quali i gruppi di maggioranza si sono limitati ad un apparente sostegno alle azioni svolte fino ad oggi dall'assessorato all'ambiente. - hanno commentato - Non una parola è stata spesa sulla persona che è stata messa in discussione dalla mozione Ascolta Piombino che ne chiedeva le dimissioni. Non una parola sulle competenze personali di Carla Bezzini da parte della maggioranza che ha delegato al sindaco l'intervento difensivo del suo assessore. Ci saremmo aspettati una presenza più solidale anche dagli altri componenti della giunta che invece hanno disertato il consiglio lasciando lo scranno della giunta occupato solo dall'Assessora Bezzini e dal Sindaco”.

Il Partito Democratico e Anna per Piombino insieme alle altre forze di opposizione, hanno votato a favore della mozione che chiedeva le dimissioni dell'assessora Carla Bezzini, condividendone le motivazioni, ‘per non essere stata in grado di costruire un percorso per la loro soluzione, assumendo decisioni contraddittorie sulla questione bonifica Poggio ai Venti e non aver saputo governare la delicata situazione di Rimateria e delle discariche incontrollate limitrofe’.

“A nostro avviso è venuta meno l'efficienza, l'economicità dell'azione amministrativa di un ente a partire dall'assunzione di un dirigente all'ambiente per affidare poi il progetto ad esterni. - hanno commentato Pd e Con Anna - Questa maggioranza che rispetto al tema della salute ambientale è stata nominata alla guida del comune dai cittadini, a distanza di due anni e mezzo è riuscita solo a mettere maggiormente a rischio la città non risolvendo problemi ma amplificando i disagi. Al di là dei proclami, registriamo a causa delle scelte di questa amministrazione, la responsabilità del fallimento dell'azienda Rimateria e la conseguente disoccupazione di 42 lavoratori, impegni di finanze pubbliche per l'assegnazione a soggetti esterni del progetto per la messa in sicurezza di Poggio ai Venti che non è realizzabile e la mancanza totale di prospettiva per la bonifica delle discariche ex Lucchini e LI 53. Come da programma, nonostante le poche presenze, la maggioranza ha respinto la richiesta di dimissioni votata invece da tutte le forze di opposizione. Alzata di mano della destra ma da questo a sostenere difesa incondizionata ce ne corre”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Piombino-Livorno in campo dopo 66 anni. La partita è iniziata in ritardo perché gli ultras livornesi fanno il tiro al bersaglio sul terreno di gioco
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS