QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 12°23° 
Domani 10°17° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
lunedì 22 ottobre 2018

Cultura venerdì 12 ottobre 2018 ore 17:03

In mostra storie e volti degli archivi industriali

Faccia a faccia, oltre 700 immagini che raccontano lavoro e lavoratori nella suggestiva location della chiesa di Sant'Antimo sopra i canali



PIOMBINO — Da venerdì 12 Ottobre porte aperte alla chiesa di Sant'Antimo sopra i canali in via Cavour per la mostra Faccia a faccia, un percorso fotografico che ricostruisce una parte fondamentale della storia industriale di Piombino.

Si tratta di un progetto di Fondazione Dalmine realizzato in collaborazione con il Comune di Piombino, il Comune di Follonica, l’Archivio Città di Piombino e il museo Magma di Follonica. 

La mostra, interattiva, presenta oltre 700 immagini di industria, luoghi, eventi, ma soprattutto persone, ritratte nei momenti di lavoro e di tempo libero. Durante questo percorso il pubblico potrà partecipare attivamente riconoscendo amici, colleghi, notizie o conoscenti, annotando nomi, storie, aneddoti, notizie e informazioni contribuendo così a ricostruire la storia dell'impresa da un diverso punto di vista. I visitatori potranno inoltre ricevere una riproduzione della foto riconosciuta.

Il percorso inoltre propone una selezione di 25 immagini esposte al museo Magma di Follonica da scoprire da sabato 13 Ottobre.

Il progetto di mostra fotografia itinerante Faccia a faccia ha già coinvolto nelle precedenti edizioni oltre 30 Comuni italiani, argentini e rumeni e ha generato un progetto di costruzione partecipata della memoria di luoghi, città ed aree industriali. Dal 2006 ad oggi, centinaia di ex dipendenti e loro parenti hanno donato alla Fondazione immagini dagli archivi famigliari e hanno rilasciato interviste e testimonianze video. 

In occasione di questa questa edizione dedicata a Piombino, i cittadini che vogliano mettere in comune le proprie foto e testimonianze potranno farlo nella sede della mostra e contribuire così alla costruzione della memoria di un momento importante della storia industriale di Piombino, trasformandola in patrimonio comune (le immagini una volta digitalizzate saranno restituite).

Nel periodo di apertura della mostra, mercoledì 17 al Castello di Piombino si terrà anche un incontro su Fotografia e Archivi dell’industria con Peppino Ortoleva, studioso di storia e teoria dei mezzi di comunicazione e Alida Caramagno della Soprintendenza archivistica e bibliografica della Toscana. L’incontro è organizzato nell’ambito della rassegna Gli archivi tra realtà e immaginario.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Cronaca