Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:18 METEO:PIOMBINO20°23°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
domenica 19 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Frecce Tricolori, il video delle spettacolari evoluzioni sulle note di «Nessun Dorma»

Politica martedì 01 giugno 2021 ore 08:27

"Discarica e fabbrica possono essere una risorsa"

Da Forza Italia un possibile scenario per supera l'impasse che la città di Piombino sta attraversando tra crisi siderurgica e fallimento Rimateria



PIOMBINO — "Occorre un piano politico ed economico per ripartire, fatto di scelte coraggiose e lungimiranti. Dobbiamo ripartire da ciò che abbiamo, dimenticando ciò che doveva o poteva essere. Dobbiamo avere il coraggio di guardare in faccia alla realtà e allo stato attuale del territorio, per farne tesoro e investire in ciò che Piombino può e deve fare, per risorgere economicamente". 

E' il messaggio lanciato da Forza Italia di fronte alla situazione che sta attraversando la città di Piombino in una nota firmata dalla coordinatrice provinciale Chiara Tenerini e dal responsabile provinciale Dipartimento Politiche Economiche Riccardo Petraroja.

E hanno proseguito: "Con la politica del no a tutti i costi, fatta di decisioni estemporanee senza alcuna vision imprenditoriale, di chi ha governato da sempre Piombino, ci ritroviamo oggi con una discarica di enormi dimensioni, praticamente all’ingresso della città, destinata a rimanere lì per decenni e decenni, col pericolo imminente di diventare disastro ambientale, specialmente se gli interventi urgenti di manutenzione, saranno sospesi in conseguenza del probabile fallimento di Rimateria. La discarica e la fabbrica, invece, possono e devono essere considerate due grandi risorse, strategicamente fondamentali per l’economia del territorio, ma sono necessarie scelte coraggiose e lungimiranti, senza compromettere la qualità dell’ambiente e creando economia circolare".

"Occorre, pertanto, farsi parte attiva per promuovere l’elaborazione di un piano industriale concreto, coinvolgendo con la massima trasparenza le eccellenze private del settore, per redigere studi di fattibilità urgenti, finalizzati a riconvertire gli attuali siti della discarica e ridurre drasticamente l’impatto ambientale. - hanno aggiunto - Si può creare un circolo virtuoso, fondamentale anche per la ripartenza degli impianti delle acciaierie in modalità ecologica, che coinvolgerebbe anche l’indotto, inteso principalmente alla salvaguardia di migliaia di posti di lavoro, che attualmente sono in serio pericolo".

"Economia circolare dunque, secondo i più moderni parametri socio economici, che può diventare un vero proprio plus di sicura attrattiva per nuovi investitori italiani, seriamente intenzionati ad investire nel polo acciaio di Piombino, un settore fondamentale e strategico per l’intera economia nazionale, in special modo in questo momento storico. Il cambiamento culturale è necessario per ripensare il modo in cui utilizziamo materie prime ed energia: dalla progettazione alla produzione, dall’ utilizzo fino alla gestione del cosiddetto rifiuto.

La pandemia ci ha reso vulnerabili, ma ancor di più ci ha reso consapevoli di quanto sia importante essere autonomi e autosufficienti in settori così importanti come la produzione di energia e l’industria pesante. Questo è vero ancor di più, in vista dell’attuazione degli enormi investimenti strutturali del Piano nazionale di ripresa e resilienza, che non può vederci dipendenti da soggetti terzi nel processo di realizzazione delle opere".

Lo scenario ipotizzato da Forza Italia? "Piombino può diventare l’hub strategico, affiancando al forno nuovo elettrico un grande impianto di preriduzione (produzione di preridotto, che si ottiene da minerale e gas metano), un asset di cui il nostro paese necessita fortemente. Un altro investimento importante, ma necessario all’industria siderurgica, per poter sopperire al calo rottame. Una occasione unica e irripetibile, che non possiamo permettere venga vanificata da una politica attendista fatta di se e di ma".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La sala operativa della Protezione civile regionale ha emesso un'allerta meteo con codice giallo per la costa e le isole dell’Arcipelago toscano
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Salvatore Calleri

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità

Cronaca