Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:18 METEO:PIOMBINO13°15°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
mercoledì 24 febbraio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
«Il Papa sarà qui da noi a Bagdad il 5 marzo: una visita eccezionale. Porterà conforto e speranza in Iraq»

Politica martedì 26 gennaio 2021 ore 20:23

"Screditare l’amministrazione ed il suo operato"

Per Fratelli d'Italia è questo l'intento delle questioni sollevate attorno alle decisioni della giunta Ferrari su Polo culturale e Centro Giovani



PIOMBINO — "Screditare l’amministrazione ed il suo operato", così Fratelli d'Italia etichetta alcune questioni sollevate attorno al futuro della biblioteca e alla gestione del Centro Giovani.

"Per la prima, alcuni cittadini sono stati convinti che la giunta Ferrari avesse assunto una decisione che non ha mai preso. Per il secondo, abbiamo dovuto assisterete a comizi pubblici di individui che asserivano che questa Amministrazione aveva già deciso di chiuderlo. Niente di più lontano dalla realtà. - hanno commentato da Fratelli d'Italia - La libertà di opinione è uno dei nostri diritti più preziosi e non vogliamo certo convincere chi non la pensa come noi: vogliamo solo che i cittadini si possano fare una loro idea sull’operato dell’amministrazione libera dai condizionamenti e, soprattutto, libera dalle mistificazioni di chi ci odia perché, dopo 74 anni, siamo riusciti a interrompere un sistema di potere incancrenito". 

"Ed i fatti sono chiari: l’amministrazione non ha mai dichiarato di voler chiudere né il CentroGiovani e né la biblioteca comunale, e né mai lo farà. Sposiamo appieno la scelta dell’amministrazione Ferrari di procedere alla gestione diretta del Centro Giovani poiché è un servizio importante per i ragazzi in termini di sostegno e di costruzione del loro futuro ed è giusto che sia l’amministrazione del territorio ad investirci. Ed elogiamo ancor di più la collocazione del Centro all’interno del nuovo Polo Culturale che così diventerà veramente, e non solo a parole come fatto per un decennio, il centro nevralgico della crescita culturale del nostro territorio, dove troveranno sostegno e si formeranno le nuove generazioni". 

"A chi si è divertito in queste settimane a diffondere false notizie, per l’ennesima volta, l’amministrazione risponde con i fatti. Le chiacchere le lasciamo agli altri", hanno concluso.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Lavoro

Attualità