Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:18 METEO:PIOMBINO21°26°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
lunedì 21 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Plastica monouso: perché lo stop dell'Ue a quella biodegradabile colpisce solo l'Italia

Politica lunedì 09 novembre 2015 ore 14:00

"Favorì la moglie, il sindaco Giuliani si dimetta"

A dirlo è il consigliere regionale Donzelli (Fd’I) e presenta un’interrogazione in Regione per segnalare la vicenda alla Corte dei Conti



PIOMBINO — Il caso piombinese diventa una questione regionale. Il consigliere e capogruppo di Fratelli d’Italia-AN Giovanni Donzelli presenta un’interrogazione in Regione alla luce del favoritismo familistico denunciato. Del caso se ne occuperà la Magistratura, ma dal punto di vista politico Fratelli d’Italia getta benzina sul fuoco.

Nell’interrogazione del consigliere Donzelli, infatti, si chiedono le dimissioni del sindaco Massimo Giuliani e alla Regione chiede di segnalare la vicenda alla Corte dei Conti per danno erariale.

“Ringrazio Ferrari per aver sollevato la questione su una vicenda alla quale nel 2014 dette il via libera, insieme a tutta la Giunta comunale, l’attuale sindaco Massimo Giuliani. - sottolinea Donzelli - È surreale come il Partito Democratico, anziché censurare l’azione e utilizzare il Consiglio Comunale come strumento di controllo, difenda il sindaco parlando di attacco sul piano familiare e personale. Il PD - chiosa il consigliere - dimostra ancora una volta di non avere alcun rispetto per le istituzioni”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Firmata l'ordinanza a Campiglia Marittima che stabilisce una serie di regole e divieti per tutelare questa preziosa risorsa
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

STOP DEGRADO

STOP DEGRADO

Attualità

Attualità