Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:56 METEO:PIOMBINO23°26°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
mercoledì 29 giugno 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Assalto a Capitol Hill, Cassidy Hutchinson: «Trump sapeva che i manifestanti erano armati»

Attualità mercoledì 16 marzo 2022 ore 17:17

Il Wwf boccia la strada per costa est

"Piombino non è Viareggio o Rimini, non ha bisogno di una litoranea ad uso elettorale ma di tutelare le emergenze ambientali"



PIOMBINO — In merito all'idea della litoranea avanzata dall'assessore all'Urbanistica Giuliano Parodi e da inserire nel piano strutturale, il Wwf Livorno ha delle perplessità. 

"Viene visto come la soluzione dei problemi economici piombinesi e per un ennesimo rilancio turistico, avrebbe senso, ed auspicabile, parlare di una ciclabile che attraversa la costa est ed unisce questa alla città, che si ricollegherà alla futura ciclovia tirrenica, ma diciamo no, e siamo assolutamente contrari ad una nuova striscia di asfalto ad uso e consumo delle auto e di future speculazioni!", hanno commentato dall'associazione ambientalista.

"Per un rilancio dell'economia piombinese bisognerebbe prima arrivare ad una soluzione dell'eterna crisi delle industrie piombinesi, di un vero sviluppo delle aree portuali e sopratutto una soluzione ed un avvio delle fantomatiche bonifiche industriali. Adesso aleggia pure un progetto di un rigassificatore e invece di riuscire a risolvere criticità, se ne aggiungono altre. - si prosegue in una nota - Inoltre sarebbe importante sapere pubblicamente cosa si prevede di fare della ex centrale Enel una volta bonificata". 

L'attenzione del Wwf inoltre è rivolta alla zona dei Perelli bassi già area contigua della Riserva Naturale Regionale, in attesa di una delibera regionale per includerla definitivamente sotto tutela della convenzione di Ramsar per la aree umide. Il timore 

"Andrebbero costruiti ben due ponti, uno sul fosso Cornia vecchia e l'altro sul fiume Cornia, con spese alte, inutili e il tutto per cancellare ambienti palustri unici e portare un turismo consumistico ed inquinante su di una costa già sottoposta in estate a pressione antropica notevole. Vorremmo parlare invece di un turismo slow, alternativo, che allunghi la stagione turistica e più rispettoso dell'ambiente. - hanno evidenziato dall'associazione - Piombino non è Viareggio o Rimini, non ha bisogno di una litoranea ad uso elettorale ma di tutelare le emergenze ambientali che rendono ancora il nostro territorio appetibile e sano, per una vera svolta green. Evidentemente le recenti difficoltà della pandemia non ci hanno resi propriamente migliori".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
È questo il bilancio dei contagi accertati nelle ultime 24 ore in base al bollettino giornaliero regionale della Toscana
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Ciro Vestita

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Politica

Attualità