Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:21 METEO:PIOMBINO19°24°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
venerdì 07 ottobre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
La finlandese Sanna Marin: «La via d'uscita dalla guerra? È una sola»

Lavoro mercoledì 20 marzo 2019 ore 10:30

Investimenti Aferpi, si pensa a una nuova variante

Il progetto riguarderebbe un nuovo treno rotaie. Dalla riunione tra Comune e sindacati l'intenzione di aprire un confronto con Ministeri e Regione



PIOMBINO — Comune e sindacati si sono riuniti martedì mattina per discutere della situazione legata ai futuri investimenti dello stabilimento Aferpi sul territorio. L’azienda ha infatti comunicato recentemente la volontà di avviare investimenti per circa 30 milioni di euro attraverso la realizzazione di nuovi impianti, nello specifico di un nuovo treno rotaie, che consentirebbe una maggiore qualificazione della lavorazione delle rotaie sul mercato e un notevole salto di qualità del prodotto.

Come viene spiegato in una nota del Comune, l’impianto dovrebbe essere realizzato in un’area adiacente al capannone che accoglie l’attuale treno rotaie, e questo rappresenterebbe un elemento di conflittualità rispetto a quanto previsto dalla pianificazione urbanistica vigente che ridefinisce il complessivo riassetto delle aree liberate dalle lavorazioni siderurgiche. Per la realizzazione del nuovo impianto è pertanto necessaria una nuova variante urbanistica che, in ogni caso, necessita di tempi ben definiti e non di breve termine.
La riunione con i sindacati è servita pertanto a fare una prima valutazione della situazione. 

“Abbiamo spiegato alle rappresentanze sindacali che a nostro avviso dovrebbe essere verificata la coerenza del progetto proposto da Aferpi con quanto previsto e stabilito nell’Accordo di Programma sottoscritto nel Luglio 2018, aprendo quindi un confronto con il Mise, con il Ministero dell’Ambiente e con la Regione Toscana, in quanto firmatari. – ha affermato il sindaco Massimo Giuliani – La questione va dunque approfondita in ogni suo aspetto prima di poter avviare un nuovo procedimento in tal senso. Si tratta comunque di un investimento sicuramente importante che rafforzerebbe la capacità industriale della fabbrica sul territorio, senza provocare particolare impatto ambientale. In questa fase, d’accordo con i sindacati, abbiamo quindi stabilito di procedere coinvolgendo tutti i soggetti istituzionali interessati”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La Guardia di Finanza ha posto la lente sulle attività di tutta la provincia dall’Elba a Livorno, passando per Piombino, Castiglioncello e Cecina
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

RIGASSIFICATORE

Attualità

Cultura

RIGASSIFICATORE