QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 18°20° 
Domani 17°20° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
giovedì 17 ottobre 2019

Attualità mercoledì 15 giugno 2016 ore 09:36

La scuola non è sicura, niente esami di maturità

Cobas ha sottolineato il nuovo colpo dato all'istituto professionale piombinese. Dopo la mancanza delle cucina per l'alberghiero ora l'allarme



PIOMBINO — All'Ipc non si potranno tenere gli esami di maturità e gli studenti dovranno varcare il portone dell'Itc, l'altro plesso dell'Isis Einaudi-Ceccherelli di Piombino. 

"La motivazione è la presunta mancanza di sicurezza dell'Ipc - come ha riferito Cobas Scuola Livorno - che potrebbe mettere a rischio lo svolgimento degli esami. A causa dell'annoso problema del mal funzionamento dell'allarme, negli ultimi mesi si sono verificati infatti numerosi furti, che hanno privato la scuola dei tablet e di molti pc".

Per il sindacato l'opzione più logica sarebbe stata riparare celermente l'allarme o portare all'ilc qualche computer dell'Itc per i giorni d'esame. E magari, una volta riparato l'allarme, rifornire l'istituto della dotazione di computer necessaria. 

La soluzione adottata è un'altra: sscrivere all'Ufficio Regionale scolastico segnalando che la scuola non è sicura con il risultato di far svolgere gli esami all'Itc, spostando così gli alunni da un plesso all'altro.

"Un'alzata di bandiera bianca, un'ammissione di inadeguatezza che avrebbe avuto forse senso se fosse servita a segnalare un disagio, chiedendo con forza una messa a norma della scuola. - ha sottolineato il sindacato - Un'azione, tra l'altro, molto complicata da tutti i punti di vista. Così, gli alunni dell'Ipc si vedono negare il diritto di svolgere gli esami nella propria scuola. Ma al di là di questo - si prosegue - il dato grave è che si dichiara che la scuola non è sicura da mesi e non si provvede a metterla in sicurezza. Ricordiamoci che nei mesi estivi il personale Ata continua a lavorare in quella scuola non sicura, che gli alunni e i professori ci hanno lavorato per tutti questi mesi, che a settembre la scuola ricomincia. Una scuola che non è sicura durante gli esami può esserlo durante il resto dell'anno?".

Per ovviare a tutto questo sarebbe stato sufficiente riparare l'allarme. La richiesta è stata formalizzata da tutti gli alunni delle quinti, dal personale Ata e la maggioranza dei docenti dell'Ipc al dirigente scolastico, all'Ufficio scolastico di Livorno e regionale ma ancora non sono arrivate risposte. 



Assenteisti a Catania: il badge timbrato da ragazzini ripresi in video, 48 indagati

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Politica

Attualità