Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:02 METEO:PIOMBINO16°33°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
martedì 18 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Il caffè costa troppo e il cliente getta bicchiere in faccia alla cameriera. Che si vendica così

Lavoro mercoledì 04 ottobre 2023 ore 15:05

Jsw, "vogliamo ottenere la convocazione promessa"

Dal Consiglio di fabbrica, le segreterie provinciale Fim, Fiom e Uilm chiedono una convocazione a stretto giro. "Ora il Governo non può tergiversare"



PIOMBINO — Si è tenuto nel pomeriggio di martedì 3 Ottobre il Consiglio di Fabbrica del gruppo Jsw con le Segreterie Provinciali Fim, Fiom e Uilm Livorno per confrontarsi sullo stato attuale della vertenza.

Dopo la riunione al MiMit dello scorso 31 Luglio e la promessa di organizzare una serie di incontri tecnici da tenersi nel mese di Settembre, non ci sarebbero convocazioni per fare il punto sulla vertenza e l'annunciato Addendum all’Accordo di Programma.

"Abbiamo appreso in queste settimane dall’azienda che si sono susseguite interlocuzioni con il Ministero, - hanno fatto sapere i sindacati - risulterebbe che sia stato stipulato il contratto di sviluppo per il treno rotaie, sembrerebbe che si stia ragionando di uno scambio di aree e di prevedere l'investimento sull'acciaieria elettrica nelle aree lontane dalla città, ma nulla di certo è emerso dai soggetti istituzionali (Comune, Regione, AdSP) firmatari dell’attuale Accordo di Programma. Anzi dalla stampa abbiamo appreso di un contenzioso tra l'Autorità Portuale e la Proprietà indiana, con l'annuncio di un ricorso al Tar Toscana di quest’ultimi, in merito a 13 ettari di terreno attualmente in concessione al Gruppo Jsw dell'ex parco minerali. Non vogliamo entrare nel merito, visto che se ne stanno occupando anche gli organi competenti, ma riteniamo che sarebbe stato decisamente più opportuno capire in questa fase se l'Addendum sarà o meno siglato entro fine anno, visto che sono trascorsi anni a furia di proroghe e impegni non mantenuti, ed adesso siamo ad una sorta di resa dei conti".

"Il mese di Settembre è oramai trascorso, - hanno proseguito - quindi riteniamo che la convocazione del tavolo ministeriale non sia più rinviabile, anche perché ad oggi abbiamo una sola certezza, ossia la scadenza a Gennaio dell'attuale cassa integrazione in deroga e la dichiarazione della Regione Toscana della mancanza di risorse economiche, se non saranno rifinanziate, per una proroga di tale ammortizzatore sociale. E' chiaro che tutti i soggetti istituzionali, compresa la Regione Toscana, non possono limitarsi a dichiarare che mancano le risorse per la cassa in deroga, ma devono attivarsi per richiederle affinché si mantenga l'impegno assunto nell'Accordo di Programma del 2018 di salvaguardare i livelli occupazionali. L'auspicio è che si arrivi rapidamente ad un nuovo Addendum per avere stavolta garanzie e certezze degli investimenti, abbiamo più volte chiesto infatti che le future commesse di rotaie siano ad essi vincolate, garanzie della salvaguardia occupazionale ed estensione degli ammortizzatori sociali che dovranno accompagnare tutto il percorso e fare rispettare a Jindal l'impegno preso di mantenere in esercizio tutti gli impianti di laminazione, con le relative attività di finimento e di servizi connessi”.

"Dall'arrivo di Jindal a Giugno 2018 non si sono visti investimenti né negli impianti Jsw, né in Gsi né in Piombino Logistics e ricordiamo al vicepresidente che certamente ciò non è dovuto ad articoli di stampa in cui si vocifera di gruppi industriali interessati a Piombino. - hanno aggiunto i sindacati - Le conseguenze sono sotto gli occhi di tutti e, dopo una breve fase di ripartenza di tutti i treni di laminazione, oggi abbiamo il solo impianto di rotaie che lavora a singhiozzo, per gli impianti di vergella e barre si susseguono voci di disinteresse della società indiana con tutti i drammi occupazionali che ne conseguono, si parla di solidarietà per la Gsi, in Piombino Logistics i carichi di lavoro non sono sufficienti per gestire il personale con questi volumi produttivi. Troppo spesso si opera nello stabilimento con mancanza di sicurezza adeguata, si fa pressione sul personale per ottimizzare in poche settimane le produzioni e così, nonostante le costanti denunce degli Rls, sono molti e spesso gravi gli infortuni che si sono susseguiti. Il Governo stavolta non potrà ancora tergiversare viste le imminenti scadenze ed il nostro obiettivo è ottenere la convocazione annunciata e promessa entro e non oltre il 16 Ottobre per ricevere quelle risposte e garanzie non più rimandabili".

Intanto, la prossima settimana si terranno le assemblee con tutti i lavoratori.

"In merito alle indiscrezioni emerse sulla stampa relative ad un progetto siderurgico dei gruppi Danieli - Metinvest, riteniamo che la politica dovrebbe smettere di fare ciò che ha fatto fino ad oggi, ossia subire passivamente e finalmente provare ad attrarre investimenti in un'area di crisi complessa come la nostra, da troppi anni affamata di lavoro e sviluppo. Abbiamo aree portuali pressoché deserte con banchine poco utilizzate; anche se il progetto Jsw dovesse realizzarsi totalmente è facile prevedere che si perderebbero posti di lavoro e si libererebbero aree inutilizzate; per questi motivi riteniamo doveroso provare ad aprire un canale con questi importanti gruppi e cercare di costruire e rilanciare un grande polo siderurgico piombinese, capace di produrre acciaio in maniera green e capace di spaziare dalla laminazione di prodotti lunghi e piani. Riterremmo, dopo le tante chiacchiere e annunci di ipotetici Piani della siderurgia nazionale, l'ennesima vergogna della politica locale, regionale e nazionale se non si provasse a sondare anche questa opportunità di investimento, rischiando che il Paese Italia continui di fatto a perdere fette di mercato e posti di lavoro", hanno concluso Fim, Fiom e Uilm.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La nuova campagna di indagini archeologiche, con archeologi di Siena e Oxford, interessa l'area dell'acropoli di Populonia
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Erica Fiumalbi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Lavoro

Cronaca

Attualità

Attualità