Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:53 METEO:PIOMBINO10°14°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
mercoledì 01 dicembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Letta «Queen maker» scopre le carte: ecco chi è il primo identikit del Pd per la corsa al Colle

Toscani in TV domenica 23 maggio 2021 ore 07:30

"Linea blu" a Piombino e al Golfo di Baratti

I tesori nascosti della Costa degli Etruschi da Piombino alle case ‘giorginiane’ incastonate nella macchia, raccontati a "Linea Blu" con la partecipazione di Marco Del Francia



PIOMBINO — "Linea blu", il programma che racconta il mare italiano, la tradizione, la cultura e le curiosità legate al mare esplorato a 360° con la conduzione di Donatella Bianchi e la partecipazione di Fabio Gallo, è approdato nello splendido Golfo di Baratti per raccontarne le meraviglie, quelle più conosciute ma anche quelle nascoste.

Il Parco Naturale di Populonia, gli etruschi, la spiaggia delle tartarughe, un allevamento di alpaca, il fiume Ombrone in canoa e il surf. Una variopinta carrellata delle attività più interessanti correlate al territorio della Valdicornia passate in rassegna dalla storica conduttrice del programma Donatella Bianchi, che torna nella zona dopo 20 anni come ha ricordato lei stessa nell’incontro con il pescatore Enzo Papi, da lei già intervistato allora e ancora a bordo del Boss, la sua imbarcazione.

A dominare lo splendido scenario del mare della Costa degli Etruschi, la città di Piombino, troppo spesso trascurata dai turisti di passaggio come ha notato giustamente la conduttrice, e che invece vale ben una visita fosse anche solo per la sua splendida Piazza Bovio, costruita su un suggestivo sperone roccioso, spettacolare balcone con vista sull’isola d'Elba. A questa si aggiungono un centro storico di interesse storico architettonico per la sua Torre dell’Orologio, il Rivellino, la fortificazione di forma circolare posta all’imbocco di Corso Vittorio Emanuele II ed il tozzo Torrione che lo sovrasta nonché il complesso fortificato mediceo del Castello.

Tra le meraviglie nascoste dalla macchia mediterranea, il programma Rai non poteva non scovare due gioielli dell’architettura italiana partorite dalla mente visionaria di Vittorio Giorgini (Firenze, 9 maggio 1926 – Firenze, 19 febbraio 2010). E’ Marco Del Francia a introdurre la figura del grande artista fiorentino il cui arrivo nel golfo sembrò già segnato dalla predestinazione come racconta lo stesso Del Francia, Presidente dal 2012 dell’Associazione “BACO (Baratti Architettura e Arte Contemporanea) – Archivio Vittorio Giorgini”. 

Fu infatti a causa di una tempesta che l’architetto, anche velista, venne costretto ad attraccare in rada nel golfo. Fato volle che a quella notte, seguisse la scoperta di essere proprietario con la sua famiglia, di un appezzamento di terra sullo stesso golfo. Appena in tempo Giorgini confermò il possesso di quella terra, prossima all’esproprio e qui decise di costruire due esempi di architettura  futuristici per l’epoca ma che oggi si inseriscono perfettamente nello spirito dell’architettura moderna. La Casa Esagono (1957) e la Casa Soldarini (1962). 

La prima ricorda un alveare ed è sostenuta da sei pilastri di legno perché completamente sopraelevata dal suolo per non essere di disturbo agli animali, oggi diremmo concepita in direzione di una maggiore sostenibilità ambientale. La seconda, detta anche Casa balena per le superfici sinuose, risale al 1960. Il committente fu Salvatore Saldarini, imprenditore dell’omonima ditta di Como. Il progetto definitivo venne completato nel 1961 e la costruzione iniziò l’anno successivo nel lotto adiacente alla Casa esagono di proprietà dello stesso architetto. Essa è considerata il primo esempio al mondo di “architettura realizzata in membrana isoelastica di rete e cemento”.

Ricordiamo che l’opera di Giorgini è tra i protagonisti della Biennale di Venezia 2021 inaugurata ieri ed aperta al pubblico fino al 21 novembre di quest’anno.

Elisa Cosci
© Riproduzione riservata

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Piombino-Livorno in campo dopo 66 anni. La partita è iniziata in ritardo perché gli ultras livornesi fanno il tiro al bersaglio sul terreno di gioco
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità

Attualità