QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 17° 
Domani 11°17° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
giovedì 14 novembre 2019

Attualità sabato 23 febbraio 2019 ore 16:14

In piazza per dire no ai rifiuti a Piombino

Il Comitato Salute Pubblica per la terza volta ha riempito piazza Cappelletti di cittadini contrari all'ampliamento della discarica. Gli interventi



PIOMBINO — Quasi un migliaio di persone sono scese in piazza sabato mattina per ribadire il loro dissenso ai progetti della discarica Rimateria e la contrarietà all'ampliamento. Una manifestazione che per la prima volta a visto l'intervento ai microfoni delle forze politiche locali chiamate a rispondere a delle domande: se intendono bloccare l'ampliamento della discarica, se intendono fermare l'insediamento del progetto Creo, se intendono promuovere azioni per velocizzare le bonifiche, se si impegneranno nel dare il via ai carotaggi

Da piazza Cappelletti gli esponenti del Comitato Salute Pubblica hanno dato la parola alla politica, tra i presenti l'onorevole pentastellato Riccardo Ricciardi che ha annunciato una interrogazione al Ministero dell'Ambiente per ottenere chiarimenti su tutta la questiona, sottolineando come di fronte alle autorizzazioni e agli ok di Comune e Arpat il percorso sarà in salita.

A raccogliere il grido di protesta il sindaco Giuliano Parodi che ha rimarcato le responsabilità dell'Amministrazione comunale. "Questo non è un problema solo di Piombino, ma interessa tutta la Val di Cornia, di Follonica, di Castagneto e di tutte quelle realtà che vivono di turismo e buon vivere", ha detto Parodi. Appoggio al Comitato è arrivato anche da Nicola Bertini candidato del Gruppo 2019 alle elezioni 2019 a Campiglia Marittima a testimoniante del coinvolgimento di tutti i Comuni della Val di Cornia di fronte a questa battaglia.

E proprio sulle azione che una Amministrazione può fare si sono concentrate le forze politiche locali che da mesi si oppongono al percorso intrapreso dall'Amministrazione sulla questione rifiuti. 

Tutti gli interventi, di Carla Bezzini (Un'altra Piombino), del candidato sindaco Francesco Ferrari, di Fabrizio Callaioli (Rifondazione Comunista), di Daniele Pasquinelli (M5s), di Riccardo Gelichi (Ascolta Piombino) e di Riccardo Mosci (Sinistra per Piombino), si sono mostrati unanimi sulla necessità modificare il Regolamento Urbanistico per circoscrivere l'area di discarica, come anche sulla necessità di chiarire una volta per tutte il parere negativo al progetto Creo, sulla necessità di accelerare sul piano bonifiche e sull'importanza di fare i carotaggi per capire quali tipi di rifiuti sono finiti in discarica.

Fischi e dissenso durante l'intervento di Stefano Ferrini, ex sindaco di Piombino dimessosi a seguito della mancata concessione del referendum. Anche Ferrini, comunque, si è detto non favorevole al raddoppio della discarica e chiesto l'impegno del governo a fare qualcosa in più per le bonifiche. 

"Da vicesindaco ho sempre trovato un muro. - ha commentato e ha aggiunto - Se ad oggi il progetto Creo è stato stoppato è perché il sottoscritto in qualità di vicesindaco lo ha fatto chiedendo un percorso partecipato". Sui carotaggi Ferrini ha ribadito l'impegno preso dal sindaco mai portato a termine e per questo è stata presentata una interrogazione. "Non mi sottraggo a riconoscere gli errori fatti sulle questioni ambientali delegate a una società e al suo presidente. - ha aggiunto - E' stato fatto un grandissimo pastrocchio. Vogliamo sapere come sono andate le cose".

La manifestazione ha visto la partecipazione del Wwf, del Camping Cig, del comitato studentesco e tantissimi cittadini che chiedono un futuro diverso per Piombino senza l'ampliamento della discarica.

A chiusura della manifestazione il Comitato Salute Pubblica ha sottolineato la mancata partecipazione da parte dei rappresentanti del Partito Democratico e dell'Amministrazione, invitati a dire la loro e a sostenere le loro tesi.

Dina Maria Laurenzi
© Riproduzione riservata



Tag

Dolomiti, caos e disagi per la neve

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Sport

Sport