Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:18 METEO:PIOMBINO11°20°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
venerdì 07 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Laura Boldrini racconta la sua malattia: «Ho scoperto per caso il tumore: è stata come un'onda anomala che mi ha travolto»

Lavoro lunedì 08 marzo 2021 ore 14:14

"Troppi silenzi", occupata la portineria Jsw

Una prima iniziativa di mobilitazione a sostegno della vertenza Jsw, via al presidio della Rsu Jsw Steel Italy, Piombino Logistics e Gsi



PIOMBINO — "La sensazione è che dopo anni in cui tutte le Istituzioni hanno dichiarato la strategicità del sito di Piombino fermandosi però solo alle dichiarazioni di intenti e belle parole, adesso i lavoratori ed il sindacato, siano rimasti i soli a difendere lo stabilimento ed il proprio lavoro", così hanno esordito in una nota Fim, Fiom e Uilm dando il via al presidio permanente presso la portineria dello stabilimento Jsw Steel Italy..

Seppur nel rispetto delle regole dettate dall'emergenza sanitaria che impediscono assembramenti, è stato deciso che occorre un luogo simbolo da dove fare sentire la voce delle 2000 famiglie che rischiano di essere coinvolte in un dramma sociale senza precedenti. Al presidio delle Rsu isono state invitate tutte le Istituzioni coinvolte, le varie forze politiche, le confederazioni Cgil-Cisl-Uil, in particolare modo il presidente della Regione Toscana Giani chiamato a dare risposte precise. "Ma in questo momento così complicato non sono sufficienti solo parole di solidarietà, occorre proposte e soluzioni per salvare il Lavoro", hanno evidenziato. 

"Negli ultimi due mesi siamo passati dal prendere o lasciare dichiarato dall'ex ministro Patuanelli che aveva dato un termine ultimo a Mr Jindal, ad una crisi di Governo che ha portato ad un avvicendamento al Ministero dello Sviluppo Economico. - hanno ricordato i sindacati - Al nuovo Ministro abbiamo fin da subito richiesto, ancora inascoltati, una convocazione per valutare la bozza del piano industriale e conoscere la volontà del nuovo esecutivo. Occorre fare passi avanti concreti sul Piano della Siderurgia Nazionale, nel quale è stata prevista la siderurgia piombinese, per avere una visione ed una strategia di lunga durata in un settore decisamente strategico, anche perché mentre l'Italia latita, la Germania ha già completato il proprio Piano ed è pronta ad affrontare la prevista ripresa del settore. Da capire - hanno aggiunto - poi a che punto siamo con il contratto decennale con Rfi per la fornitura di rotaie che, per evitare gli errori del passato, chiediamo debba prevedere delle penali e dei vincoli per garantire la produzione di acciaio green e la laminazione delle rotaie nel sito piombinese. Il totale silenzio del Gruppo indiano in merito al loro stesso Piano industriale non è certamente un buon segno, anzi sempre più temiamo un disimpegno da parte della proprietà che ha già dato prova in questi anni della propria inaffidabilità".

Per i sindacati ad oggi lo stabilimento è come una nave alla deriva, senza una guida certa, in balia dei venti e delle onde.

E' stato chiesto un incontro con l'azienda, che si terrà l'11 Marzo, ma al momento non si sa chi sarà l'interlocutore al tavolo per il gruppo indiano. "Subito dopo tale incontro, tramite il presidio della Rsu alla portineria e tramite un apposito link, che pubblicizzeremo per una videoconferenza, informeremo tutti i lavoratori", hanno annunciato i sindacati.

"Ma qualcuno, mentre immagina il futuro, - hanno detto riferendosi ai progetti del nuovo Patto per Piombino - vuole pensare insieme a noi anche al presente e a come nei prossimi decenni dovranno sostenersi economicamente le migliaia di persone che perderanno il lavoro? O forse la preoccupazione del Sindacato è considerata solo 'un'angusta e antica ideologia' perché più che delle aree da liberare ci preoccupiamo del lavoro e della vita delle famiglie? Il futuro è importante ma dobbiamo arrivarci vivi e senza lavoro sarà difficile".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Ai casi già noti dalla settimana scorsa, negli ultimi giorni se ne sono aggiunti altri appartenenti allo stesso focolaio
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Lavoro

Attualità