Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:18 METEO:PIOMBINO11°20°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
venerdì 07 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Laura Boldrini racconta la sua malattia: «Ho scoperto per caso il tumore: è stata come un'onda anomala che mi ha travolto»

Politica domenica 11 aprile 2021 ore 16:14

I pro del Piano strutturale secondo la Lega

"Il nuovo piano non può derogare da un deciso cambio di passo rispetto al passato declinando finalmente il bello che il territorio offre"



PIOMBINO — Dopo le critiche delle opposizioni al Piano strutturale d'area adottato nell'ultimo Consiglio comunale a Piombino arrivano i commenti a sostegno. La Lega, infatti, ha voluto sottolineare alcuni aspetti ritenuti positivi per il futuro della città.

"Con il consolidamento del porto, asset strategico e volano di sviluppo economico, in sinergia con l'Autorità di Sistema Portuale si vuole potenziare il recupero di vaste aree demaniali marittime occupate da attività industriali dismesse. Questo tema è collegato alla viabilità, con il completamento previsto nel piano della SS 398 come accesso al porto, attraverso aree industriali dismesse e seguendo il tracciato della linea ferroviaria. Quest'ultima è e sarà sviluppata in modo da servire le banchine e agevolare la logistica integrata del sistema".

"Si prevede inoltre un'importante opera di allontanamento dalla città delle aree industriali, con il superamento della fallita Variante Aferpi. - hanno ricordato - Gli spazi anche di nuove realtà produttive saranno ridefiniti e razionalizzati. Non più a ridosso della città con i relativi disagi alla cittadinanza, ma concentrati in zone più lontane dall'abitato. Le aree così riacquisite e rigenerate avranno destinazione d'uso commerciale, direzionale, di parco urbano e residenziale (ove non soggette a bonifica) con connessione efficace ai servizi urbani. Tutto ciò porterà ad un avvicinamento alla città dei quartieri più periferici che saranno interessati da una infrastrutturazione adeguata purtroppo finora mancante".

"Il turismo, vero punto di forza della nostra città, entra in questo nuovo quadro tramite la valorizzazione delle risorse culturali, ambientali e paesaggistiche. - hanno evidenziato - E' previsto sia il miglioramento degli itinerari escursionistici, naturalistici, culturali ed enogastronomici (strade del vino e dell'olio) della val di Cornia, sia l'ampliamento dell'ospitalità diffusa e il già esistente sistema di accoglienza in ambito agrituristico potenziando le strutture della fascia costiera. Nella sua ampiezza, il nuovo piano non può derogare da un deciso cambio di passo rispetto al passato, declinando finalmente il bello che il territorio offre facendolo convivere anche con l'industria in una nuova e migliore relazione, mutualmente fruttuosa. L'ambiente non esclude l'opera dell'uomo sotto ogni sua declinazione, ma la sostenibilità sarà un parametro guida per ogni scelta". 

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Ai casi già noti dalla settimana scorsa, negli ultimi giorni se ne sono aggiunti altri appartenenti allo stesso focolaio
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Lavoro

Attualità