Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:10 METEO:PIOMBINO20°22°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
giovedì 19 maggio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Ucraina, le forze speciali di Kiev fanno saltare in aria ponti strategici: così l'avanzata russa viene fermata

Attualità martedì 28 dicembre 2021 ore 12:51

Regolamento edilizio, presto una revisione

Foto di repertorio

L’assessore Parodi: “Vogliamo dotare la città di un regolamento che possa favorire una maggiore semplificazione e univocità di interpretazione”



PIOMBINO — Il Comune di Piombino ha avviato la revisione del Regolamento edilizio: una scelta dettata dalla necessità di adeguarlo al mutato quadro normativo e regolamentare e alle più recenti esigenze espresse dal settore dell’edilizia, con particolare riguardo alla sfera della riqualificazione del patrimonio costruito, delle mutate esigenze abitative e imprenditoriali e sulla scorta del continuo monitoraggio operato sia da parte degli uffici comunali preposti che dal mondo dei professionisti e degli operatori del settore sulla funzionalità dello strumento. 

“Vogliamo dotare la città di un regolamento che, nei limiti dell’autonomia dell’ente locale, possa favorire una maggiore semplificazione e univocità di applicazione e interpretazione. – ha commentato Giuliano Parodi, assessore all’Urbanistica – Allo scopo di creare un documento che risponda concretamente alle esigenze del settore, a Gennaio inizierà Regoliamoci, la campagna di ascolto orientata a raccogliere contributi, proposte e segnalazioni da parte di cittadini e, soprattutto, operatori del settore in questa prima fase di avvio dei lavori”.

Una campagna di ascolto che servirà a implementare i temi oggetto di revisione già individuati dal Comune tra i quali spiccano la digitalizzazione dell’accesso ai servizi dedicati a cittadini e professionisti, l’adeguamento degli arredi degli spazi pubblici e privati, i requisiti energetici, il decoro urbano, il piano del colore e, soprattutto, l’adeguamento del patrimonio edilizio esistente finalizzato al superamento delle barriere architettoniche.

“La trasformazione economica e sociale di una comunità – ha concluso Parodi – passa anche attraverso la pianificazione territoriale che crea i contesti dove favorire e sviluppare opportunità di lavoro e migliorare la qualità della vita dei propri cittadini. In quest’ottica, la revisione degli strumenti di pianificazione è indispensabile. Piano Strutturale d’area, Piano operativo e Regolamento edilizio: sono questi i tre obiettivi che questa amministrazione vuole raggiungere entro il proprio mandato così da superare l’immobilismo che gli strumenti urbanistici scaduti comportavano e per ridisegnare, insieme ai cittadini, un territorio moderno e funzionale a traghettare Piombino verso una reale diversificazione economica, fermo restando la conservazione e tutela dei nostri asset principali”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Le navi da crociera tornano a farsi vedere nello scalo con l'approdo della Marella Discovery 2.
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità