Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:47 METEO:PIOMBINO10°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
mercoledì 30 novembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Ischia, la frana si abbatte su Casamicciola: telecamera di sicurezza riprende il momento in cui il fango trascina via l'auto

RIGASSIFICATORE giovedì 01 settembre 2022 ore 07:02

Rigassificatore, “manca studio incidenti esterni”

Chiesti studi sugli incidenti esterni all’Autorita portuale. Il Comitato: “Se non dovesse fornirli, Snam potrebbe assumere che non ve ne siano”



PIOMBINO — Il Comitato Salute Pubblica pone nuovamente l’accento su alcuni aspetti riguardanti la sicurezza e la compatibilità territoriale del progetto del rigassificatore a Piombino, con il contesto che lo circonda anche in riferimento al nuovo porto turistico di Pontedoro e alle interferenze sul territorio rispetto alla situazione attuale e in progetto.

“Nella Relazione tecnica ‘Rapporto preliminare di sicurezza’ la Società Snam FSRU specifica che ‘sarà compito della Autorità di sistema portuale, in quanto soggetto amministratore del bene demaniale marittimo, fornire alle autorità competenti in materia di pianificazione territoriale e urbanistica le informazioni relative agli scenari incidentali e in particolare quelli che coinvolgono aree esterne a quella portuale, ai sensi dell’art.6 del D.M. 9.5.2001’. - hanno spiegato in una nota - Ricordiamo che Snam ha valutato i rischi solo in merito a eventuali malfunzionamenti dell’impianto e non ad altri eventi, limitando a 500 metri la fascia di interdizione intorno al rigassificatore. Snam aggiunge dell’altro però: richiama il compito dell’Autorità di Sistema Portuale di fornire gli scenari incidentali, nel porto e nelle aree esterne, alle autorità preposte alla pianificazione, ammettendo di fatto che le analisi sul rischio sono incomplete e che dovranno essere quindi integrate”.

Il Comitato ha già scritto al Commissario Straordinario e al Presidente della Autorità di Sistema Portuale in merito.

“Non risulta al momento, dal sito del Commissario di Governo, che l’Autorità di Sistema Portuale abbia eseguito studi sulle analisi degli incidenti. - hanno commentato - Se non dovesse fornirli, Snam potrebbe assumere che non ve ne siano. Ribadiamo comunque - hanno concluso - che la stessa Snam avrebbe dovuto eseguire lei gli studi su possibili incidenti dovuti a eventi esterni al ciclo produttivo per rischio di collisioni, errori umani, eventi atmosferici, attentati, insomma carenze che abbiamo evidenziato in specifiche osservazioni. Quando si decide di installare un impianto, a rischio di incidenti rilevanti, si dovrebbe prima verificare la compatibilità con il territorio, in primis in rapporto alla sicurezza e all’ambiente e solo successivamente avanzare proposte, non il contrario come di fatto sta avvenendo”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il ricordo dell’Unione comunale Pd: “È stato un uomo di grande valore e la sua scomparsa è una grave perdita per la città”
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alessandro Canestrelli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità