QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 14°15° 
Domani 14°16° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
giovedì 21 novembre 2019

Attualità giovedì 04 aprile 2019 ore 19:10

Rimateria sulla diffida, "mancano autorizzazioni"

"La discarica Ex Lucchini non è nella nostra disponibilità. Pronti a intervenire appena avremo le autorizzazioni", hanno chiarito dalla società



PIOMBINO — Ieri la Regione Toscana ha pubblicato sul suo sito e stamani ha fatto pervenire a Rimateria una diffida sull'inosservanza delle prescrizioni per la discarica ex Lucchini.

Rimateria, in una nota, ha precisato che quella discarica non è formalmente in carico a Rimateria perché la volturazione dell'Aia (l'autorizzazione ambientale integrata cui si fa riferimento) non è mai stata conclusa.

"L'area di cui si parla è la ex discarica utilizzata in passato dalle acciaierie Lucchini per smaltirvi i residui delle lavorazioni e si trova in quello stato da circa dieci anni. - ha riferito Rimateria in una nota - La necessità di provvedere alla chiusura della discarica è prevista nel progetto presentato a suo tempo (nel 2018) da Rimateria ma che non è potuto partire per le note vicende amministrative. In attesa delle necessarie procedure autorizzative regionali, l'Aia non è ancora intestata a Rimateria e quindi non si è concluso il passaggio di competenze. L'accordo tra Lucchini in Amministrazione Straordinaria ed Asiu spa - hanno aggiunto - prevede che si procederà ai lavori in discarica 'nel momento in cui saranno disponibili le nuove volumetrie che deriveranno dai progetti di ampliamento della discarica da parte di Asiu e/o nuove iniziative che potranno aprirsi con il cambiamento di proprietà dei Lucchini e la nuova operatività dello stabilimento di Piombino'”.

La società che attualmente gestisce la discarica di Ischia di Crociano ha voluto ripercorrere tutti i passaggi per dimostrare il suo interesse al subentro nella titolarità dell'Aia. Risale al Maggio 2018 l'istanza di Via di Rimateria sul progetto ex Lucchini. Prima nel 2016, poi ad Agosto 2018 Rimateria ha inoltrato istanza di voltura della titolarità dell'autorizzazione integrata ambientale intestata a Lucchini e a Novembre 2018 ha presentato alla Regione perizia giurata di stima dei costi di chiusura della discarica e di post gestione insieme al cronoprogramma delle opere. "La Regione non ha mai dato riscontro", ha detto Rimateria, ricordando anche che la Regione non ha accettato l'istanza per la definizione di un accordo integrativo propedeutico al subentro presentato a Febbraio 2019.

"Rimateria conferma ad oggi il suo interesse al subentro nella titolarità dell'Aia e ricorda che è in corso di definizione la garanzia fidejussoria richiesta", hanno richiesto. 



Tag

Esplosione a Barcellona Pozzo di Gotto, il fumo visibile a chilometri di distanza

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Cultura