QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 10°12° 
Domani 12° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
martedì 10 dicembre 2019

Politica venerdì 26 ottobre 2018 ore 17:25

Rimateria, interrogazione urgente in Regione

Paolo Marcheschi

Sono i consiglieri regionali di centrodestra Marcheschi (Fdi) e Biasci (Lega) a presentare l'interrogazione urgente sulla discarica e la fideiussione



PIOMBINO — I consiglieri regionali Paolo Marcheschi (Fdi) e Roberto Biasci (Lega) portano la questione Rimateria in Consiglio regionale e presentano un’interrogazione per sapere se la Regione ha accettato la fideiussione con tale società Finworld, a cui nei mesi scorsi è stata negata l'autorizzazione per l’iscrizione nell’albo degli intermediari finanziari. E pongono l'attenzione sulla richiesta di raddoppio della discarica di Ischia di Crociano, gestita da Rimateria Spa.

"Vogliamo fare luce sul caso Rimateria-Finworld, già denunciato dall'avvocato e consigliere comunale Francesco Ferrari. - hanno detto in una nota - Abbiamo presentato un'interrogazione per sapere se, ed eventualmente perchè, la Regione Toscana abbia accettato la fideiussione con la società Finworld e se ci sono altre fideiussioni in corso con tale società". 

Il 16 Luglio 2018, il consiglio comunale di Piombino aveva approvato una variazione di bilancio di 350mila euro per anticipazione di liquidità a Rimateria Spa, al fine di consentire alla stessa società per azioni di contrarre la polizza fideiussoria a favore della Regione Toscana relativamente ai costi futuri di gestione e post gestione operativa del sito di smaltimento di Ischia di Crociano. 

Al Consiglio comunale di Piombino, inoltre, il consigliere Ferrari chiede di accertare se al momento della delibera consiliare di Luglio Rimateria Spa avesse già versato le somme relative alla fideiussione e se la Regione ha accettato la fideiussione, nonostante le problematiche di carattere autorizzatorio e giudiziario della società Finworld.

I Consiglieri regionali, nell’interrogazione, evidenziano anche la questione dell'ampliamento della discarica di Ischia di Crociano gestita proprio da Rimateria Spa. 

"Se la Regione Toscana darà parere positivo alla nuova richiesta di ampliamento della discarica di Ischia di Crociano, avanzata da Rimateria spa, autorizzerà di fatto un ampliamento pari a 100 campi di calcio regolamentari per un altezza di 35 metri, una montagna di rifiuti industriali. Questa discarica doveva già essere chiusa dal 2009, e negli anni si sono concessi ampliamenti e nuove autorizzazioni a stoccare rifiuti industriali. - hanno commentato Marcheschi e Biasci - La Regione non può autorizzare anche questo ampliamento, perchè significherebbe mettere una pietra tombale sul rilancio di Piombino sia dal punto di vista turistico sia ambientale“.

I due consiglieri hanno già annunciato l'appoggio alla manifestazione di protesta organizzata dal Comitato Salute Pubblica che si svolgerà sabato mattina in piazza Cappelletti a Piombino.



Tag

Anziano accoltellato a Milano, De Corato: «I delinquenti devono restare in carcere»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Politica

Attualità