Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:57 METEO:PIOMBINO18°22°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
sabato 25 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Taormina, ubriaca al volante perde il controllo e va a sbattere in galleria: le immagini dell'incidente

Politica martedì 09 aprile 2024 ore 15:51

"Sull'uso delle risorse falsa equità sociale"

L'Unione comunale Pd ha contestato le mosse della giunta Ferrari per i minori. "Si utilizzino per rafforzare le misure nei casi di emergenza sociale"



PIOMBINO — "Il fine mandato del sindaco Ferrari si sta caratterizzando per un uso disinvolto delle risorse pubbliche, fuori da ogni logica di buona amministrazione o, come si suole dire, del buon padre di famiglia. La rincorsa disperata al consenso, dopo cinque anni di inerzia, sta svelando la vera faccia della destra al potere nella nostra città". 

Così l'Unione comunale Pd ha commentato le iniziative promosse dall'amministrazione riferendosi in particolare a quella per i nidi gratis e per l’acquisto di testi scolastici e attrezzature didattiche per i ragazzi delle scuole medie.

"Non è vero che governare un Comune significa semplicemente gestire le faccende ordinarie. - hanno proseguito - La politica può e deve fare la differenza con le scelte. La differenza sta nel come si spendono le risorse disponibili e non nel fatto di spenderle e basta. La differenza è che il sindaco Ferrari decide di utilizzare risorse pubbliche per propaganda elettorale, ignorando le emergenze delle famiglie piombinesi in difficoltà. Nel caso dei contributi per i nidi gratis, circa 110mila euro di risorse pubbliche, è stato calcolato che possono essere beneficiari anche nuclei familiari con 1 figlio minore di 3 anni e con un reddito ben oltre i 60mila euro/anno. Un insulto alle molte famiglie piombinesi che provano a campare con redditi enormemente più bassi. Se ci sono risorse le si utilizzino per rafforzare le misure nelle aree di vera emergenza sociale, di difficoltà economica e per contrastare le nuove povertà".

"Salta all’occhio anche il fatto che nella delibera si scrive che 'le famiglie interessate dovranno fare apposita domanda' e che 'l’ufficio competente provvederà in ordine alle giustificate motivazioni per le quali la famiglia è rimasta esclusa dalla misura nidi gratis regionale'. In poche parole non si esplicitano quali siano le motivazioni ammesse e si lascia un potere enorme, discrezionale, agli uffici. Una specie di contrattazione ad personam. Per i contributi all’acquisto dei libri scolastici, 70mila euro, si decide di usare lo stesso metodo, cioè non determinare alcun criterio per i beneficiari. Questa è un’Amministrazione indifferente a sostenere le famiglie realmente in difficoltà della nostra comunità. La delibera, tra l’altro, non specifica quali siano, oltre ai libri, gli strumenti e le attrezzature didattiche ammesse al contributo, ed ancor più grave non si definisce la quota massima procapite di contributo erogabile; nei bandi pubblici invece si usa identificare il massimo beneficio ottenibile. Non avendo stabilito regole potrebbe addirittura accadere che un singolo beneficiario possa ottenere anche migliaia di euro per libri e chissà che altro utilizzabile a fini didattici; immaginiamo computer, tablet. Tutto ciò senza sapere se questi contributi vadano effettivamente a famiglie in difficoltà. Immaginiamo di no visto che per nessuna di queste misure è prevista una soglia massima di Isee".

"Tutto questo è inaccettabile, si tratta di falsa equità sociale. Il nome giusto da dare a questo tipo di operazione di estrema destra è uno solo: una profonda ingiustizia sociale", hanno concluso dall'Unione comunale Pd.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Dovrà scontare quasi 9 anni di detenzione il 34enne originario dell'Est Europa ricercato per una serie di reati commessi tra il 2011 e il 2021
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Adolfo Santoro

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Elezioni

Elezioni

Attualità