QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 14°29° 
Domani 16°23° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
martedì 17 settembre 2019

Politica martedì 17 luglio 2018 ore 16:25

Tassa di imbarco e quel polverone da evitare

"La via sbagliata non raggiunge l'obiettivo mai", si sintetizza così la visione del Movimento 5 Stelle su tassa di imbarco e scontro tra sindaci



PIOMBINO — Nella querelle tra il sindaco Massimo Giuliani e le istituzioni elbane in merito alla proposta di tassa di imbarco e agli annosi problemi di traffico e code agli imbarchi nel porto di Piombino si aggiunge una nota del Movimento 5 Stelle piombinese.

"Seppur con ragioni giuste, riteniamo errata la forma utilizzata dal sindaco Giuliani che, piuttosto che scegliere la via del polverone pubblico, con la pubblicazione di una lettera inviata direttamente al Ministero dei trasporti, avrebbe dovuto comportarsi da istituzione, più che da politico. - hanno commentato in una nota - Se è vero che un piccolo contributo alla città di Piombino sarebbe opportuno, si sarebbe dovuto ricercare con una trattativa dapprima politica e rispettosa dei ruoli e delle autorità competenti, ricercando, attraverso la diplomazia, un dialogo aperto e costruttivo con i sindaci e il sistema dei porti elbani, coinvolgendo pure le compagnie di trasporti per ricercare, facendo valere la posizione di vantaggio esclusiva del nostro porto, un accordo anzitutto politico con le compagini elbane, prima di sollevare inutili e deleterie polemiche che non portano alcun risultato".

La questione, infatti, non accennerebbe a placarsi con un botta e risposta che vende il sindaco di Piombino da una parte e le voci di sindaci, assessori ed enti elbani dall'altra, fatta salva qualche eccezione (leggi qui sotto gli articoli correlati).

"Il diverso colore politico delle amministrazioni elbane per quanto ci riguarda non rappresenta un ostacolo alla cordialità istituzionale, riteniamo che il pregiudizio politico, le ripicche, le campagne elettorali sulla pelle delle istituzioni, siano una delle cause del malgoverno degli enti locali, che in questi anni hanno visto saltare il banco delle sovracomunalità, delle collaborazioni tra enti e delle cooperazioni tra aree omogenee".

Insomma secondo il Movimento 5 Stelle, e diventa anche una promessa in vista delle prossime elezioni amministrative, i rapporti istituzionali vanno coltivati affinché portino dei vantaggi.



Tag

Lione, raccolti 109 monopattini dal fiume

Ultimi articoli Vedi tutti

Lavoro

Politica

Attualità

Attualità