QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 23°25° 
Domani 23°25° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
venerdì 19 luglio 2019

Lavoro giovedì 26 ottobre 2017 ore 12:58

Unicoop Tirreno, chiesto tavolo di crisi

I lavoratori Unicoop Tirreno fuori la sede di Vignale Riotorto

Per i sindacati la situazione risulta gravissima: "Accordi firma, certo. Ma ignorati del tutto". Lavoratori alle porte della sede di Vignale Riotorto



PIOMBINO — Si è svolta nella mattinata l'assemblea dei lavoratori Unicoop Tirreno presso la sede di Vignale Riotorto a Piombino per ribadire lo stato di agitazione a seguito del mancato rispetto degli accordi firmati con la cooperativa nei mesi scorsi.

I rappresentanti di Cgil Filcams, Cisl Fisascat e Uiltucs, rispettivamente Pieralba Fraddani, Carlo Biondi e Sabrina Bardi, hanno poi esposto quanto condiviso in assemblea fuori dalla sede Unicoop Tirreno sottolineando che quegli accordi firmati non sono stati rispettati (leggi gli articoli correlati).

Per Cgil Filcams, Cisl Fisascat e Uiltucs la situazione è gravissima. "Un quadro preoccupante della situazione a Vignale Riotorto emerso a seguito degli ultimi incontri con la cooperativa con la quale l'11 Ottobre c'è stato un duro e deludente confronto a cui è seguita, il 17, l'assemblea dei lavoratori e delle lavoratrici di Vignale ed un ulteriore incontro con la direzione aziendale che non ha portato a nessun nuovo risultato positivo", hanno ripercorso i sindacati. 

La principale preoccupazione è relativa alle pesanti ricadute lavorative in tutta la provincia di Livorno. E lo stato di agitazione proclamato dalle segreteria nazionali trova conferma anche sul fronte locale pronto a un'iniziativa forte e pubblica.

Durante la maxi assemblea è stato inoltre chiesto maggiore impegno e vicinanza da parte delle istituzioni, della politica, ma soprattutto dell'azienda. Presente il sindaco di Piombino Massimo Giuliano per sottolineare come in Val di Cornia, già piegata dalla crisi delle acciaierie, non ci si possa permettere ulteriori perdite di posti di lavoro.

E per chiamare politica e istituzioni a un impegno più evidente, i sindacati hanno formalista la richiesta al presidente della Regione Enrico Rossi per la convocazione di un tavolo di crisi relativo alla provincia di Livorno.

Dina Maria Laurenzi
© Riproduzione riservata



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Politica