QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 14° 
Domani 12° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
domenica 17 novembre 2019

Politica venerdì 28 luglio 2017 ore 18:55

Variante, fronte compatto, ok alle controdeduzioni

Sergio Filacanapa

Il consigliere FIlacanapa di Spirito Libero è intervenuto a margine dell'iter per l'approvazione della Variante Aferpi. Ok alle controdeduzioni



PIOMBINO — “Sbagliato chiamare la Variante che ridisegna le aree industriali Variante Aferpi, perché essa in realtà riprogamma lo sviluppo di quelle aree a prescindere da Aferpi” è quanto ha dichiarato Sergio Filacanapa, presidente del Gruppo Consiliare Spirito Libero, nel suo odierno intervento in Consiglio comunale.

“Inoltre questa variante - ha aggiunto - era indispensabile per consentire al privato incolpevole proprietario dell'area, che al momento è Aferpi, ma potrebbe essere chiunque subentrasse, ed allo Stato di interbìvenire per le bonifiche, ognuno per le sue competenze ed obblighi. Bonifiche che Piombino attende da troppo tempo e che mi auguro possano essere fatte il più celermente possibile dopo ritardi incomprensibili da parte del soggetto che dovrebbe effettuarle, e cioè Invitalia”.

Così il consigliere Filacanapa è intervenuto a margine del Consiglio durante il quale è stata approvata la Variante Aferpi con i voti favorevoli di Pd, Sinistra per Piombino e, appunto, Spirito Libero (leggi l'articolo correlato).

Quanto alle preoccupazioni sull'occupazione di nuovo suolo, che il progetto Aferpi comporta, il capogruppo di Spirito Libero ha affermato che “occorre essere chiari e non demagogici: se il piano Aferpi si realizzerà verranno occupate, altrimenti no ed avranno la stessa destinazione d'uso ante variante. Pare contraddittorio però che proprio chi si lamenta giustamente dei ritardi di Aferpi nel realizzare il piano industriale sia poi tra chi vuole impedirgli di realizzarlo negandogli quelle aree. Quanto al secondo tratto della 398, non mi pare che far passare una strada frequentata da milioni di persone in mezzo ad uno stabilimento sia proprio il massimo per una città che vuol e deve fare turismo, per cui la previsione della variante evita questo scempio”.



Tag

Acqua alta a Venezia, sui social si sdrammatizza così

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Politica

Spettacoli