Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:18 METEO:PIOMBINO14°17°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
giovedì 06 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Omicidio Cerciello, la vedova in lacrime: «Questa sentenza non mi riporterà Mario»

Lavoro mercoledì 18 ottobre 2017 ore 14:32

“Passo avanti verso lo sblocco dei 30 milioni"

Mirco Rota, responsabile nazionale Fiom della siderurgia

A dirlo in una nota condivisa sono i rappresentanti Fiom Francesca Re Davi e Mirco Rota a margine del sit-in di protesta a Roma



ROMA — “Un passo avanti è stato compiuto oggi verso l'effettivo utilizzo dei 30 milioni residui, relativi al 2016, per le politiche attive. Fondi che potrebbero essere utilizzati dalla Regione Toscana in favore dei lavoratori dell’indotto, a partire dalla vertenza dell'Aferpi Piombino, che questa mattina hanno organizzato un presidio davanti al Ministero del Lavoro", lo hanno dichiarato in una nota Francesca Re David, segretaria generale Fiom, e Mirco Rota, coordinatore Siderurgia Fiom.

La Regione ha completato tutti i passaggi necessari allo sblocco di queste risorse, tra cui la rendicontazione all’Inps delle somme non spese nel triennio 2014-2016 per queste misure. Mentre l’Inps ha da poco certificato la rendicontazione e ha presentato una bozza di convenzione che è in attesa della firma da parte del presidente dell'ente previdenziale.

A seguito del sit-in di protesta avvenuto questa mattina davanti al Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, i sindacati hanno ottenuto un incontro con i vertici del Ministero al termine del quale è stato deciso di chiedere alla Regione Toscana un confronto, anche con Cgil, Cisl e Uil, per definire le modalità e i criteri di utilizzo dei fondi residui per tutti i lavoratori da inserire nel bando regionale che dovrà essere emanato.

"Rispetto alla drammatica situazione che stanno vivendo tutti i lavoratori per la fine degli ammortizzatori sociali, dovuta alla modifica introdotta dal Jobs Act, - hanno aggiunto, infine - è necessario che la manovra finanziaria del Governo contenga risorse finalizzate alla continuità degli ammortizzatori sociali”. 

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Dall'inizio della pandemia sono stati registrati 140 casi di positività al Covid-19, 121 le persone guarite e 2 quelle decedute
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Lavoro

Attualità

Attualità