Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:40 METEO:PIOMBINO24°28°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
domenica 21 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Pescatore recupera in mare il bagaglio smarrito dalla compagnia navale in crociera, lei disperata: «È tutto rovinato dall'acqua salata»
Pescatore recupera in mare il bagaglio smarrito dalla compagnia navale in crociera, lei disperata: «È tutto rovinato dall'acqua salata»

Attualità martedì 22 agosto 2023 ore 06:00

Così si tutela l'area ducale della Torraccia

Il progetto di Wwf e Comune per proteggere e salvaguardare la biodiversità dell’area dunale lungo l'arenile della Torraccia



SAN VINCENZO — Un progetto di sensibilizzazione e salvaguardia dell’area dunale che sorge lungo l’arenile della Torraccia, a sud di San Vincenzo, sul viale della Principessa. Un’azione diretta, organizzata da Wwf Livorno e Comune di San Vincenzo, concretizzatasi nei giorni scorsi con l’installazione di alcuni cartelli informativi che hanno proprio l’obiettivo di preservare l’elevata e ancora abbastanza integra biodiversità del territorio da un eccessivo calpestio.

Un’iniziativa che, dunque, intende invitare tutti i frequentatori ad evitare di passare sopra la zona retrostante dell’arenile e a spostarsi più verso il mare per attraversare la spiaggia stessa. Un messaggio di collaborazione che vuole quindi coinvolgere cittadini e visitatori nella direzione di un turismo meno impattante, in modo tale da tramandare alle generazioni future il vero paesaggio marino toscano. "L’impegno che questa Amministrazione sta mettendo sulle politiche di sensibilizzazione ambientale - ha sottolineato Alessio Landi, l'assessore all'Ambiente del Comune di San Vincenzo - è naturalmente anche rivolto alla preservazione di specie autoctone come il Fratino. La valorizzazione del territorio, ben specificata e riportata anche nella direttiva Habitat, è volta ad attivare quei meccanismi che preservano e promuovono l’Ambiente, punto di forza del nostro turismo costiero”.

“L’azione singola in molti casi appare quasi ininfluente, ma quando, come nel caso delle spiagge, si ripete per centinaia di persone l’impatto è innegabile. - hanno spiegato dal Wwf - Gli arenili e le aree dunali annesse sono tra gli ambienti naturali maggiormente minacciati dalla pressione antropica, diventa quindi sempre più importante tutelare le spiagge che presentano ancora un certo grado di naturalità, nelle quali risulta presente nella parte più interna degli arenili la vegetazione pioniera per arrivare quindi agli ambienti predunali, caratterizzati da specifiche specie vegetali ed animali, ed infine alla duna vera e propria. Ambienti - ha proseguito il Wwf - sicuramente fragili, e quindi da proteggere per salvaguardare la biodiversità ospitata ma anche per garantire un maggiore contrasto ai fenomeni dell’erosione costiera che anche alla luce del cambiamento climatico in atto risultano sempre più impattanti”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno