QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 9° 
Domani 8° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
domenica 19 gennaio 2020

Attualità venerdì 04 dicembre 2015 ore 19:31

Rifiuti, il sindaco Parodi detta i tempi

"Un anno di tempo per costruire un futuro ad una società rinnovata e il rilancio di un'area attraverso la gestione controllata di rifiuti speciali"



SUVERETO — "Con un piano industriale pieno di incertezza, basato sulla costruzione della nuova discarica, di cui al momento non è stato ancora avviato l'iter autorizzativo, le bonifiche delle aree ex-Lucchini, anch'essa ancora al palo, e sopratutto una parte consistente degli utili legata alla ripresa di produzione di acciaio a Piombino, che alla luce degli ultimi eventi non è certo cose imminente, le preoccupazioni da sindaco socio sono notevoli". Così interviene il sindaco di Suvereto Giuliano Parodi in merito alle dimissioni del cda Asiu e al ricongiungimento in RIMateria.

Partendo da questi assunti il primo cittadino di Suvereto ho votato la fiducia al nuovo cda, facendo però inserire a verbale il 31 dicembre 2016 come scadenza per il raggiungimento di alcuni obiettivi strategici. E se non fossero raggiunti i risultati entro tale data, i componenti del cda dovranno rimettere il mandato ai sindaci.

Gli obiettivi indicati, seppur complessi, sono l'unione in un unica societa' tra Asiu e RIMateria, il risanamento di Asiu attraverso l'acquisizione delle autorizzazioni necessarie per la realizzazione del cono, il conseguente lavoro d'acquisizione di rifiuti speciali da immettere nel nuovo spazio generato e il rilancio di Rimateria con la messa in produzione del misto-cemento, il nuovo prodotto che dovrebbe sostituire il conglomix. 

“Un quadro complesso - conclude Parodi - un anno di tempo per costruire un futuro ad una società rinnovata e il rilancio di un'area attraverso la gestione controllata di rifiuti speciali. Con queste premesse il comune di Suvereto ha votato la fiducia, e personalmente ho fatto un augurio a Barbara Del Seppia neo presidente di Asiu che riesca per il bene collettivo a vincere queste sfide, ma che sia pronta insieme al vice, Valerio Caramassi, a farsi carico delle responsabilità in caso di fallimento dell'intera operazione. E' finito il tempo delle deleghe in bianco, le partecipate devono avere obiettivi precisi da raggiungere, tempi certi di realizzazione e strumenti in mano ai sindaci per valutare concretamente la bontà  delle azioni.”



Tag

Conferenza Berlino, Conte cerca posto in prima fila ma non lo trova

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

Politica

Attualità