QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 11°16° 
Domani 12°17° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
venerdì 15 novembre 2019

Politica lunedì 14 ottobre 2019 ore 19:45

Unione dei Comuni, "nessuno schema ideologico"

Uniamo Suvereto risponde alla maggioranza e ricostruisce cosa è accaduto in Consiglio comunale durante la discussione della mozione



SUVERETO — "Travisamento di fatti e di concetti", così Uniamo Suvereto ha definito il comunicato di Assemblea Popolare in merito alla discussione in Consiglio comunale della costituzione dell'Unione dei Comuni della Val di Cornia (leggi qui l'articolo correlato).

"La posizione del Gruppo consiliare Uniamo Suvereto, in ordine alla mozione di provenienza piombinese, è stata tutt'altro che espressione di schemi ideologici: davanti ad una delibera che prevedeva di impegnare immediatamente il sindaco di Suvereto nel procedimento di formazione dell'Unione dei Comuni e di riunire la pianificazione urbanistica dei cinque Comuni della val di Cornia, è stato detto a chiare parole, per chi vuole davvero intendere e non strumentalizzare, come sia necessario riprendere un percorso di elaborazione di politiche d'area, che abbia alla base una visione ampia del territorio su temi di vitale importanza, quali l'assetto e la tutela del territorio, sanità, sviluppo economico, servizi e tutela e promozione del patrimonio artistico-culturale. E stato anche detto che una mozione che fosse stata di indirizzo politico-amministrativo sarebbe stata accolta con favore, perché implicava iniziare un percorso da dove deve essere iniziato e non dalla fine, come invece è stato proposto, per un obiettivo che è condiviso", hanno riferito in una nota. 

"Proporre di impegnare sin d'ora alla costituzione di un nuovo apparato istituzionale che sia in grado, solo perché istituito, di elaborare politiche e vincoli comuni, significa precorrere i tempi, significa volere mettere solo ed esclusivamente una bandiera. - hanno aggiunto - In Consiglio sono state formulate legittime domande, che non hanno avuto risposta: nei cinque mesi dalle elezioni, i sindaci dei Comuni della Val di Cornia, intendendo tutti e non solo Suvereto e Piombino, si sono seduti ad un tavolo? Quali sono state le tematiche sovracomunali, che hanno affrontato e quali sono le politiche comuni e vincoli, della cui promozione la prevista Unione dei Comuni dovrebbe farsi carico? E' stato poi chiesto alla maggioranza, che era peraltro maggioranza anche nello scorso mandato, come si poneva in ordine ad alcune scelte passate che di sovracomunale avevano avuto ben poco e che, anzi, avevano contribuito a frammentare la Val di Cornia: in primo luogo si è posto il quesito di come si intenda dare seguito alla riunificazione dei piani strutturali che vedono Piombino e Campiglia da una parte e Suvereto- Sassetta e San Vincenzo, da un'altra".

Le questioni sollevate sono tante: "In materia di sanità, la scelta del Comune di Suvereto di non approvare nel 2018 il progetto di fusione tra la Società della Salute della Val di Cornia e quella della Bassa val di Cecina, senza però esercitare il diritto di recesso dal Consorzio risultante dalla fusione non è stata di certo nel segno della sovracomunialità. Nel futuro quale sarà la posizione? Ed ancora, come si porrà Suvereto su altri temi quali il Distreatto rurale, cui Suvereto non ha mai aderito a differenza di tutti gli altri Comuni della val di Cornia e con la Parchi val di Cornia, che Suvereto ha sempre ritenuto un inutile fardello, contestando e non corrispondendo in parte i canoni dovuti".

"Ed allora non si tacci il gruppo di minoranza di fare questioni di mera ideologia, ma si parli chiaro e soprattutto ci si faccia portatori delle proprie idee e non di quelle altrui. Noi possiamo anche accettare di essere definiti camuffati per tutto il quinquennio, ma non accetteremo mai che si voglia far passare una cosa per un'altra", hanno concluso.



Tag

Venezia sott'acqua, la peggiore marea degli ultimi 50 anni: le immagini dall'elicottero

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità