QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 17°19° 
Domani 14°19° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
domenica 21 aprile 2019

Attualità venerdì 10 aprile 2015 ore 19:43

Un assistente sullo scuolabus per le elementari

Il Comune accoglie la richiesta dei genitori e decide di mettere un accompagnatore sugli autobus del trasporto scolastico per la scuola primaria



CAMPIGLIA MARITTIMA — Si sa che i bambini per loro natura tendono alla vivacità, a volte andando anche un po’ sopra le righe, così sugli scuolabus che per legge non prevedono a partire dalla scuola primaria la presenza di un accompagnatore, si sono avuti dei disordini che i genitori hanno segnalato all’amministrazione comunale chiedendo di prevedere nel servizio il controllo di un adulto. 

Nei mesi scorsi si sono svolti vari incontri tra Amministrazione comunale e genitori per capire e risolvere alcune criticità che erano emerse riguardo al trasporto scolastico per la scuola primaria: infatti, durante i viaggi di andata e di ritorno da scuola, sia i genitori sia gli autisti hanno invitato a prestare attenzione ad alcuni episodi di "disordine" e irrequietezza da parte dei bambini. 

Dopo un’analisi attenta e un confronto tra i vari soggetti, l'Amministrazione comunale di Campiglia Marittima ha deciso di accogliere la richiesta di un nutrito gruppo di genitori che sollecitava la presenza, sugli autobus delle scuole elementari, di un'assistente che, a differenza della scuola dell'infanzia, non è previsto dalla legge. 

"Abbiamo deciso di accogliere questa richiesta perché la sicurezza dei bambini è di interesse prioritario e implica la responsabilità legale, ma anche morale per questa Amministrazione - ha dichiarato l'assessore Ticciati - allo stesso tempo però siamo consapevoli del fatto che questa misura, che ovviamente riguarderà tutti gli alunni utenti del servizio, potrebbe non essere risolutiva per il problema che si è venuto a creare. 

L'insorgere della necessità di un ‘controllore’ per bambini di questa età, necessità peraltro mai prima d'ora manifestata, è di per sé un campanello di allarme che richiede attenzione ed approfondimento da parte di tutti, genitori e famiglie, scuola e Comune". 

Il servizio richiesto dai genitori e messo a disposizione delle famiglie sarà per il 60% circa a carico dell'Amministrazione Comunale e solo per un 40% a carico delle famiglie, che vedranno, dal prossimo anno scolastico in cui l’assistenza sarà in dotazione ad ogni corsa, un aumento di circa 25 euro annue per il trasporto scolastico

"Uno sforzo non da poco per il Comune – conclude Ticciati - seguiremo costantemente gli sviluppi di questa sperimentazione, con il mio personale augurio che in futuro si riesca a portare a scuola bambini senza che ci sia sempre il bisogno di qualcuno che li controlli".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Spettacoli

Elezioni