Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:00 METEO:PIOMBINO12°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
sabato 29 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Conte mangia un gelato dopo il vertice con Letta e Salvini: «Problema risolto? Speriamo che la notte porti consiglio»

Attualità lunedì 12 luglio 2021 ore 16:12

A Baratti sulle tracce delle tartarughe

Tracce di tartaruga Caretta Caretta (Foto di archivio)

Martedì un corso di formazione per imparare a riconoscere le tracce di tartarughe marine in fase di nidificazione



PIOMBINO — Martedì 13 Luglio alle 18,15, Bagno Baratti nel golfo di Baratti a Piombino ospiterà un corso di formazione su individuazione e riconoscimento di tracce di tartarughe marine in fase di nidificazione organizzato dall’associazione scientifica TartAmare. 

Lo scopo del corso è, non solo l’informazione e la sensibilizzazione dei partecipanti, ma anche il reclutamento di volontari per il monitoraggio della costa.

“La spiaggia di Baratti già l’anno scorso è stata interessata dalla nidificazione di questa specie in via di estinzione: l’associazione TartAmare si è occupata di vigilare e proteggere il nido, attività di prioritaria importanza per tutelare la specie. – ha ricordato il sindaco Francesco Ferrari – In vista di potenziali nuove nidificazioni, visto che la stagione riproduttiva è in corso, ritengo importante il lavoro dell’associazione volto a diffondere le informazioni utili a proteggere gli esemplari in questo cruciale momento. Grazie a tutti i volontari di TartAmare che si impegnano per curare e tutelare la specie che, tra gli altri, ha scelto il nostro territorio come casa”.

TartAmare è un’associazione no-profit, nata a Grosseto nel 2016, che opera sul territorio toscano, inserita nella Rete della Regione Toscana, al fine di tutelare e valorizzare le risorse e gli ambienti naturali, incentrando le proprie attività sulla salvaguardia delle specie di fauna e flora associate agli ambienti marino-costieri. In particolare per l'area della Val di Cornia, collabora con la sezione locale del Wwf.  

In occasione dell’incontro organizzato a Baratti, tutti i partecipanti riceveranno informazioni sulle procedure corrette da mettere in atto per effettuare un monitoraggio efficace e che sia rispettoso degli animali e dell’ambiente. Inoltre, sarà fornita una breve spiegazione sulla biologia della tartaruga marina comune, soprattutto per quanto riguarda l’accoppiamento e la nidificazione.

Nella stagione 2021, sono stati rinvenuti già tre nidi sul territorio regionale e si attendono altre emersioni nelle prossime settimane, pertanto, è stato ritenuto indispensabile monitorare attentamente l’area del Golfo di Baratti, sede di una nidificazione durante la scorsa estate.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Ecco il quadro relativo alle ultime 24 ore tra la bassa Val di Cecina e la Val di Cornia. In Toscana 10.528 nuovi casi di Covid-19
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Lavoro

Attualità

Attualità