Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:57 METEO:PIOMBINO18°22°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
sabato 25 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Taormina, ubriaca al volante perde il controllo e va a sbattere in galleria: le immagini dell'incidente

Sport venerdì 06 ottobre 2023 ore 10:31

​Atletico Piombino in cerca di riscatto

Foto di Riccardo Marchionni

Appuntamento al Magona contro Urbino Taccola di Uliveto. Il commento di Gordiano Lupi



PIOMBINO — Il Piombino attende l’Urbino Taccola di Uliveto al Magona per un dovuto riscatto dopo tre sconfitte consecutive. Il solo risultato accettabile è la vittoria, questo lo sanno bene in viale Regina Margherita e stanno lavorando sodo per portare a termine l’operazione tre punti scaccia crisi. Ricordiamo che lo scorso anno al Magona finì 2 a 1 per il Piombino, grazie a una doppietta di Mori, mentre a Uliveto la gara terminò zero a zero.

L’Urbino Taccola è partito con le stesse ambizioni di primato dello scorso campionato, conta 6 punti in classifica, frutto di due vittorie casalinghe per una rete a zero contro Castiglioncello e Sant’Andrea. La sconfitta esterna è stata pesante (3 - 0) ma contro una compagine forte come il Montelupo, così come fuori dalle mura amiche l’Uliveto ha perso a Cerreto Guidi, in Coppa Italia (eliminato come il Piombino), per 4 a 0, vincendo il ritorno casalingo (2 a 1). I biancorossi dell’Urbino Taccola giocano alle pendici del Monte Serra, nel comune di Vicopisano, prendono il nome da un maratoneta nativo di Uliveto, che vinse ben 106 gare e morì a San Paolo del Brasile, dopo una gara esaltante, con il sospetto (mai fugato) di essere stato avvelenato dagli avversari. Un altro Taccola illustre dà il nome al campo sportivo di Uliveto, quel Giuliano calciatore della Roma allenata da Helenio Herrera, morto (sembra) per arresto cardiaco, a Cagliari, il 16 marzo 1969, al termine di una partita. Il suo busto fa bella mostra proprio fuori dallo stadio. L’Urbino Taccola è calcisticamente più vecchio del Piombino, nato nel 1919, affiliato alla FIGC dal 1927, ha cambiato spesso nome e in tempi recenti si è fuso con il Ghezzano. I suoi massimi risultati sportivi sono un terzo posto in Promozione (nel 2006/07) e la vittoria della Coppa Italia di Promozione (nel 2008/09), che permise di guadagnare un posto in Eccellenza, prima volta nella storia. Lo scorso anno è arrivato quinto, a un passo dai play-off.

Il primo incontro tra Piombino e Urbino Taccola risale a tempi recenti, stagione 1997/98, in Promozione, disputato a Venturina (19 ottobre 1997), dove perdiamo per una rete a zero, mentre il ritorno a Uliveto (8 febbraio 1998) finisce uno a uno (gol di Venditto). In quel Piombino, allenato da Vivoli, sostituito da Serena (padre), giocavano: Carli, Frangini, Stilli, Ottanelli, Bellagotti, Magnozzi, Pierozzi (Agostinacchio), Serena (Granucci), Balestri (Bartoli), Gemignani (Valli), Celati (Venditto). Altri incontri tra Piombino e Uliveto sono tutti in Eccellenza, per quattro stagioni consecutive (2014/15 - 2015/16 - 2016/17 - 2017/18), fino a quando i pisani non retrocedono. Citiamo anche il campionato di Promozione 2019/20, quando il Piombino giunge secondo e passa in Eccellenza, prima dello stop per ilCovid che impedisce di giocare il ritorno, dopo aver perso la gara di andata per 3 a 2, in quel di Uliveto. Il resto è storia recente e ne abbiamo parlato in apertura. Piombino e Uliveto si sono affrontate soltanto tredici volte nella loro lunga storia, la bilancia pende in favore dei nerazzurri con sette vittorie, tre volte l’hanno spuntata i bianco rossi, tre gare sono finite in parità.

Siamo andati a sentire il mister Antonio Brontolone per avere una sua opinione sulla gara da affrontare: “Domenica dovremo essere bravi in ogni dettaglio e cercare di non sbagliare niente, perché in queste situazioni paghi sempre. Stiamo migliorando sul piano del gioco, lo dimostrano le occasioni da gol create domenica scorsa, adesso bisogna cercare di trovare la tranquillità per esprimere le nostre potenzialità ed essere forti in tutte le zone di campo. Sono convinto che rialzeremo la testa, perché i ragazzi si allenano sempre bene e non meritano questo momento negativo”.

Il Direttore Sportivo Luca Barchi aggiunge: “La partita di domenica ci consente un solo risultato: la vittoria. Dobbiamo vincere dimostrando carattere, esprimendo buon gioco, mostrando voglia di fare risultato. Cambiare mentalità è la parola d’ordine, dobbiamo essere convinti dei nostri mezzi, perché possiamo fare bene contro chiunque, affrontando le partite con la giusta determinazione e caparbietà. Domenica dobbiamo fare risultato, con ogni mezzo, ovviamente lecito. Non dimentichiamo che stiamo parlando di calcio”.

E visto che il calcio è un gioco e che in fondo siamo tutti allenatori, vi lascio la mia formazione, quella che schiererei domenica per battere l’Uliveto: Cappellini, Castellazzi, Barchi, Bulli, Martelli, Fatticcioni, Lepri, Talocchini, Gentili, Lunghi, Mori. Stiamo solo scherzando, eh? Quella che conta la metterà in campo Brontolone. In bocca al lupo!


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Dovrà scontare quasi 9 anni di detenzione il 34enne originario dell'Est Europa ricercato per una serie di reati commessi tra il 2011 e il 2021
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Adolfo Santoro

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Elezioni

Elezioni

Attualità