Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:18 METEO:PIOMBINO16°18°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
domenica 09 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Istruttore morto, così Federico Baratto faceva lezioni di volo con il deltaplano

Attualità giovedì 17 dicembre 2020 ore 16:48

Comuni termali uniti per la ripartenza del settore

Terme (Foto di archivio)

I Comuni termali della Toscana hanno scritto al presidente Giani per avviare un percorso di ripartenza a favore di imprese e territori



CAMPIGLIA MARITTIMA — Quindici comuni termali toscani firmano una lettera indirizzata al presidente della Regione Toscana Eugenio Giani per avviare una ripartenza dopo questo periodo di emergenza sanitaria che ha segnato il settore.

I Comuni coinvolti sono Rapolano Terme, capofila, Bagni di Lucca, Campiglia Marittima (Venturina), Casciana Terme Lari, Castiglione d'Orcia, Chianciano Terme, Fivizzano, Gambassi Terme, Impruneta, Manciano, Montepulciano, Pontremoli, San Casciano dei Bagni, San Giuliano Terme e San Quirico d'Orcia.

Quello termale è un settore che fa tendenza e rappresenta un bacino da sviluppare per cogliere bene le potenzialità che può esprimere, per questo i comuni termali si fanno sentire e con compattezza coinvolgono il presidente Giani per chiedere un incontro sul settore termale per unire le forze istituzionali e preparare una nuova ripartenza in risposta alla crisi generata dall'emergenza Covid-19.

“Abbiamo voluto rappresentare in maniera unitaria al presidente, con determinazione, i problemi del settore, perché è sul territorio che li viviamo direttamente, a contatto con le nostre imprese, abbiamo scritto - ha spiegato la sindaca di Campiglia Alberta Ticciati – che il settore termale è duramente colpito dalla crisi pandemica che cambierà gli scenari futuri, e occorre
prepararsi per una nuova ripartenza come singole imprese, territori e, possibilmente, come sistema termale toscano”. 

La lettera mette in evidenza che serviranno misure di sostegno a investimenti che possano arricchire l'offerta e i servizi, fortemente intrecciati e complementari alle politiche turistiche e sanitarie. 

“Su questi argomenti – si legge nella lettera - i Comuni termali toscani si impegnano a definire una prima bozza dei temi da affrontare che, tuttavia, necessitano di un lavoro comune e di uno stretto rapporto con la Regione. Per questo motivo, chiediamo un incontro con il presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani, nel rispetto delle misure di sicurezza anti Covid-19".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Presentato un ordine del giorno per chiedere al Comune di prendere una posizione contro questa ipotesi nelle campagne del borgo
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Libero Venturi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Politica

Attualità