Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:17 METEO:PIOMBINO10°14°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
mercoledì 22 marzo 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Omicidio Mergellina, parla l'amico-testimone: «È morto tra le mie braccia, esplosi più colpi»

Attualità sabato 14 settembre 2019 ore 10:32

Piantato un leccio nel giardino della scuola

L’albero è stato piantato nell’ambito del progetto “Il sole in classe” che ha coinvolto gli studenti della scuola Carducci a Venturina



CAMPIGLIA MARITTIMA — La scuola si mobilita per l’ambiente e lo fa attraverso la sua risorsa più preziosa: gli studenti. A conclusione del progetto Il sole in classe, promosso dalla professore Lucia Greco, i ragazzi della classe IIIa della Scuola Secondaria di I Grado Carducci di Venturina Terme, in collaborazione con la professoressa Debora Maccanti e con il sostegno dell'Amministrazione comunale, giovedì 12 settembre, hanno piantato nel cortile della loro scuola un leccio per dimostrare la loro sensibilità sull'emergenza climatica in atto.

La cerimonia si è svolta alla presenza della dirigente scolastica Maria Elena Frongillo, della vicaria Angena Marina Chiavaroli e della sindaca di Campiglia Marittima Alberta Ticciati.

I ragazzi coinvolti nel progetto hanno concluso il loro ciclo di studi nella scuola Carducci lo scorso giugno, ma la piantumazione del leccio è stata programmata per questo settembre per rispettare il ciclo vitale della pianta e offrire quindi maggiori possibilità di attecchimento.

“Sono felice di questa iniziativa e ringrazio la scuola per questa sensibilità. - ha commentato la sindaca Ticciati - L’Amministrazione Comunale si unisce in questo impegno a contribuire al rispetto e alla tutela dell’ambiente e del territorio nel quale viviamo. L’albero a maggior ragione è un simbolo esemplare in questo senso perché assorbe anidride carbonica e produce ossigeno, perché fa ombra, perché ripara dall’umidità, perché nutre e rafforza il terreno e perché è vivo e con la sua crescita e la sua trasformazione rende i nostri luoghi più belli ed accoglienti”. 

“Che questo – ha concluso Ticciati - possa essere un buon esempio, un monito e uno stimolo ad amare, rispettare e contribuire al benessere dell’ambiente nel quale viviamo, a partire dai più piccoli, ma anche per i più grandi che spesso, nella frenesia della quotidianità, si dimenticano di cose apparentemente banali, in realtà molto importanti”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Intorno alle 16 un fumo nero si è alzato sulla città. Principio di incendio nell'area delle demolizioni all'interno delle acciaierie
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Riccardo Ferrucci

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

RIGASSIFICATORE