Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:32 METEO:PIOMBINO23°25°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
sabato 25 giugno 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Il patriarca Kirill scivola sull'acqua santa e cade durante la funzione religiosa

Attualità mercoledì 13 aprile 2022 ore 15:31

Life Rewat, ecco una eccellenza rurale

La strategia partecipata per la gestione delle risorse idriche diventano un esempio nazionale per lo sviluppo di buone pratiche



CAMPIGLIA MARITTIMA — Nuovo riconoscimento per il Progetto LifeREWAT inserito all’interno delle Eccellenze Rurali dalla Rete Rurale Nazionale. La Rete Rurale Nazionale è un programma con cui l’Italia partecipa al più ampio progetto europeo (Rete Rurale Europea- RRE) che accompagna e integra le attività legate allo sviluppo delle aree rurali sostenuta dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali.

Eccellenze Rurali è un progetto che racconta esperienze di buon utilizzo di fondi comunitari a sostegno dello sviluppo rurale. I casi studio presentati rispondono agli obiettivi della Politica di Sviluppo Rurale Comunitaria, questo è un ulteriore riconoscimento per il progetto LifeREWAT.

Il progetto LifeREWAT (sustainable WATer management in the lower Cornia valley through demand REduction, aquifer Recharge and river Restoration), è finanziato dall’Unione Europea attraverso i fondi Life, e di cui il Consorzio di Bonifica 5 Toscana Costa risulta ente capofila, con i partner la Scuola Superiore Sant’Anna SSSA di Pisa, ASA spa, la Regione Toscana insieme ai co-finanziatori i Comuni di Campiglia Marittima, Suvereto e Piombino.

Il progetto consiste nello sviluppo di una strategia partecipata per la gestione delle risorse idriche a scalo di sub-bacino, per uno sviluppo sostenibile della Val di Cornia. Lo scopo principale del progetto è la dimostrazione della fattibilità delle 5 azioni dimostrative e la possibilità di applicare queste metodologie in contesti simili alla Val di Cornia. La strategia prevista si riferisce a una razionalizzazione dei consumi d’acqua (civile e agricola) e un aumento della disponibilità della risorsa attraverso un impianto di ricarica delle falde attraverso il fiume (leggi qui sotto gli articoli collegati).

“Sono soddisfatto di questo riconoscimento, il progetto è ambizioso e molto attuale, visto anche il periodo di grande siccità che stiamo vivendo, ha dato ottimi risultati e culminerà con la firma del Contratto di Fiume. - ha commentato il presidente del Consorzio Giancarlo Vallesi - Il Contratto di Fiume porterà avanti l’intento di perseguire la riqualificazione ambientale e la rigenerazione socioeconomica sostenibile del sistema fluviale. Il Contratto di Fiume Cornia verrà firmato entro aprile ma il percorso partecipativo resta aperto a tutti gli interessati”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La sindaca Ticciati: “Ferrari rinnega le ragioni della condivisione strappando il nostro passato più bello e il disegno per lo sviluppo futuro”
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Adolfo Santoro

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità