Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:07 METEO:PIOMBINO20°23°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
giovedì 26 maggio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Stromboli, notte di paura per un incendio: «Le fiamme partite forse dal set di una fiction»

Attualità giovedì 28 maggio 2020 ore 18:30

Parchi, una proposta per arrivare a fine anno

I sindaci di Campiglia e San Vincenzo chiedono di poter incontrare il nuovo presidente della società e fanno chiarezza sulla loro posizione



CAMPIGLIA MARITTIMA — I sindaci di Campiglia Marittima e San Vincenzo hanno chiesto di essere convocati in qualità di soci pubblici dal presidente della Parchi Val di Cornia per potersi confrontare, come chiedono da mesi, sul contratto di servizio che deve essere presentato dal presidente e dal Cda della Parchi all’Assemblea dei Soci, approvato, per poi essere recepito con atto formale dai singoli Comuni.

“Campiglia firmerà il contratto di servizio, confermerà il proprio contributo economico, è e vuole restare saldamente nella società Parchi. - lo ha confermato nuovamente la sindaca Alberta Ticciati - La partecipazione di Campiglia alla Parchi non è in discussione ed i beni in gestione della stessa sono stati già conferiti e mai sottratti. Considerato il rinnovo delle Amministrazioni comunali, dato il cambio di vertice della società, stante la grave emergenza sanitaria in corso - ha aggiunto Alberta Ticciati - il Comune di Campiglia Marittima propone di dare continuità a quanto contenuto nel contratto di servizio fino a Dicembre 2020, impegnando il Cda, già a partire da Settembre, di sottoporre all’attenzione dei sindaci un nuovo contratto di servizio per poi poter essere sottoscritto nel Gennaio 2021, che tenga conto anche dei nuovi beni, che abbiamo scoperto in questi giorni Piombino e Suvereto propongono di inserire nella gestione Parchi e dei relativi contributi dovuti, da parte dei singoli soci” (leggi qui l'articolo collegato).

“San Vincenzo ha già deliberato in Consiglio Comunale di gestire direttamente il Parco di Rimigliano comunicandolo tempestivamente ai soci e al Consiglio di Amministrazione. Questo non vuol dire uscire dal sistema Parchi Val di Cornia", ha proseguito Ticciati rispondendo al Gruppo 2019 che nei giorni scorsi si era espresso sull'argomento (leggi qui l'articolo collegato).

E proprio a proposito del Parco di Rimigliano parla il sindaco di San Vincenzo Alessandro Bandini. "Il parco di Rimigliano è oggi gestito direttamente dal Comune di San Vincenzo tramite l’utilizzo di risorse interne - ha spiegato - non certo dall’azienda che si occupa della gestione di raccolta dei rifiuti, alla quale sono stati invece affidati compiti opzionali quali sanificazione e igienizzazione dei servizi igienici e collocazione e svuotamento dei cestoni all’interno del parco. Dunque interveniamo noi, con i nostri operai, come stiamo già facendo da settimane, riguardo a tutti gli altri aspetti, per far sì che siano garantiti decoro e sicurezza in tutta l’area. La gestione diretta del parco di Rimigliano da parte dell’Amministrazione comunale di San Vincenzo - ha proseguito il sindaco Bandini - ha il chiaro obiettivo, a differenza di quanto accaduto in precedenza, di valorizzare un gioiello del genere, affacciato sul mare, tramite una manutenzione ordinaria e estremamente rispettosa dell’ambiente. Affinché cittadini e turisti - ha concluso - ne possano fruire al meglio, in efficienza e sicurezza”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Grazie a una convenzione tra Comune e condominio si risolve l’annoso problema di sicurezza e accessibilità in quel tratto di strada
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

Politica

Lavoro