Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:53 METEO:PIOMBINO12°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
lunedì 28 novembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
La moglie di Soumahoro non risponde alle domande: il video di 'Non è l'Arena'

Attualità venerdì 22 luglio 2022 ore 16:34

Percorsi assistenziali, 12 milioni per la gestione

Uno scatto a fine incontro

La Società della salute Valli Etrusche ha illustrato il piano che coinvolgerà Comuni e terzo settore grazie agli investimenti previsti dal Pnrr



CASTAGNETO CARDUCCI — Riorganizzazione degli ambiti territoriali sociali della Società della Salute Valli Etrusche, avvio della rete di Segretariato Sociale e del percorso di coprogettazione con il terzo settore e percorsi assistenziali dal valore di oltre 12 milioni di euro messi a bando. Sono solo alcune delle novità illustrate nel corso della conferenza stampa alla quale hanno partecipato anche l’assessora regionale alle Politiche Sociali Serena Spinelli.

“Ringrazio la Sds Valli Etrusche per l’invito e per il lavoro – ha detto l’assessora regionale Serena Spinelli - che ha portato oggi a presentare una serie di iniziative in ambito sociale che, anche in prospettiva futura, si svilupperanno in servizi e percorsi sul territorio, importanti per migliorare la salute e la qualità della vita della comunità. La capacità di prendersi cura in maniera complessiva delle persone, di metterle al centro del sistema, passa attraverso il rafforzamento e l’evoluzione dei modelli organizzativi di assistenza territoriale, che deve andare sempre più verso l’integrazione dei percorsi e della risposta ai bisogni sociali e sanitari. Per rispondere in maniera più efficace e appropriata a bisogni sempre più diffusi e crescenti di cura e di protezione sociale, alle situazioni di fragilità; ed anche per garantire allo stesso tempo i diritti, dare a tutte e tutti opportunità di salute, inclusione sociale, realizzazione del proprio progetto di vita. Gli investimenti previsti dal Pnrr rappresentano una grande opportunità soprattutto se saremo capaci, tutti insieme, di interpretarli in tal senso. Ad essere decisiva, infatti, sarà sempre di più la capacità sui territori di lavorare in sinergia, tra Regione, Enti locali, servizi sociosanitari pubblici e valorizzando il ruolo del Terzo settore con la progettazione e la programmazione condivisa degli interventi”.

“La nostra Società della Salute – ha spiegato Laura Brizzi, direttore SdS Valli Etrusche – sta lavorando da mesi su una serie di fronti in modo da poter dare risposte migliori e più efficaci alle esigenze di tutti i cittadini e in particolare di quelli appartenenti alle fasce più deboli. Ci siamo così impegnati per assumere la gestione diretta del servizio sociale, una scelta che ha permesso, grazie anche al rafforzamento del personale a disposizione, di elaborare una riorganizzazione degli ambiti territoriali sociali e farli corrispondere alle Aggregazioni Funzionali Territoriali. Nella più ampia attività di riorganizzazione si inserisce anche il progetto per la strutturazione della rete di Segretariato Sociale e dei Punti Insieme. In ciascun ambito troveranno così convergenza gli assetti organizzativi della sanità territoriale del socio sanitario e del socio assistenziale. La scelta va nella direzione indicata dal DM 77/2022 e dal PNRR Missione 5 e Missione 6, per la gestione del sistema integrato dei servizi alla salute. In questo modo si assicurano percorsi di presa in carico universalistici basati su accessi integrati con valutazione di bisogni complessi. Nel raggiungimento di questo scopo sarà determinante anche il decreto (N. 2360/2022) uscito nei giorni scorsi che prevede lo stanziamento di oltre 12 milioni di euro per l’affidamento della gestione di percorsi assistenziali, prevalentemente di tipo domiciliare che permetterà una ricaduta importante di servizi su tutto il territorio della Bassa Val di Cecina e della Val di Cornia. Si tratta di un lavoro fortemente prospettico – continua Brizzi – per la realizzazione dei percorsi all’interno delle Case di Comunità che agevolerà l’attuazione di servizi come quello degli infermieri di famiglia partito nei mesi scorsi e che sta ricevendo un unanime apprezzamento. La sperimentazione della durata di un anno del progetto Rete di Segretariato Sociale e Punti Insieme prevede poi l’apertura di sei sportelli: Ambito 1 (Rosignano M.mo), Ambito 2 (Cecina eDonoratico), Ambito 3 (Venturina e San Vincenzo) e Ambito 4 (Piombino). L’attività sarà garantita attraverso la costituzione di equipe multidisciplinari, formate dagli operatori presenti nella rete e dalla creazione di un numero verde per agevolare le segnalazioni dei cittadini. Il percorso elaborato prevede di arrivare alla fine del 2025 con la creazione dei Punti Unici di Accesso (Pua) obbligatori in ciascuna Casa di Comunità per assicurare una corretta presa in carico delle persone non autosufficienti”.

"L’integrazione tra sanità pura e organizzazione sociosanitaria dei territori – ha ammesso Sandra Scarpellini, presidente SdS Valli Etrusche - è ormai imprescindibile Le risposte ai bisogni quotidiani di chi vive la disabilità, la non autosufficienza di un familiare sono la prima necessità da assolvere per garantire il benessere. Inclusione e coesione sono uno degli obiettivi del Pnrr e li stiamo declinando, come sds Valli Etrusche, piena sintonia con la Regione Toscana".

“In un clima come questo di stretta sinergia – ha confermato Laura Guerrini, direttore dei Servizi Sociali dell’Azienda Usl Toscana nord ovest – si possono ottenere risultati importanti. Per questo ringraziamo prima di tutto la Regione per la grande disponibilità e sensibilità sempre dimostrata verso le nostre attività e ancora di più verso i destinatari delle nostre attività. Ringrazio poi tutti i Comuni per la grande collaborazione nel perseguire le finalità condivise perché credo che potenziare i servizi sociali voglia dire rafforzare la risposta che tutte le istituzioni sono in grado di fornire ai bisogni di cittadini”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Su #tuttoPIOMBINO di QUInews Valdicornia Gordiano Lupi tratteggia il caso partendo da La Camera del Lavoro di Piombino, Elba e Maremma del 1907
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

RIGASSIFICATORE

Attualità

Attualità

Attualità