Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:22 METEO:PIOMBINO11°12°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
venerdì 01 marzo 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Minaccia di buttarsi dal balcone per 44 ore. Alla fine lo bloccano così

Attualità lunedì 30 gennaio 2023 ore 15:01

Valli Etrusche, medici di famiglia a raccolta

Svolto il primo incontro con i medici di famiglia di tutti i territori della bassa Val di Cecina e della Val di Cornia



CASTAGNETO CARDUCCI — Si è svolta nella sala riunioni del centro socio sanitario di Donoratico il primo incontro congiunto di tutti i medici di famiglia delle Valli Etrusche. Molto numerosa la partecipazione dei professionisti delle quattro Aggregazioni Funzionali Territoriali (Aft) che hanno colto l’occasione per confrontarsi sulla riforma introdotta dal Decreto Ministeriale 77 dello scorso anno che ha introdotto nuovi modelli e standard per lo sviluppo dell’assistenza territoriale e sulle recenti delibere regionali in tema di continuità assistenziale e trasporto sanitario. 

L’evento è stato aperto dalla presidente della Società della Salute e sindaco di Castagneto Carducci Sandra Scarpellini e della vicepresidente SdS e assessore alla Salute del Comune di Piombino, Carla Bezzini.

“In un momento storico come quello che stiamo vivendo e soprattutto in un’ottica di riorganizzazione della sanità territoriale – ha sottolineato Laura Brizzi, direttore della Società della Salute Valli Etrusche – le zone distretto e quindi le Società della Salute non possono prescindere da una forte collaborazione con la medicina generale per dare senso e concretezza ai percorsi di presa in carico dei bisogni di salute dei cittadini. Per questo bene vengano i confronti con i medici di famiglia che rappresentano un tassello imprescindibile dell’offerta sanitaria come evidenziato anche nel nuovo quadro normativo della sanità territoriale ed nella Missione 6 del Pnrr. Proprio per questo abbiamo deciso per il 2023 di organizzare incontri in ciascuna Aft che mettano a confronto tutti i professionisti sanitari e sociali attivi sul territorio con le amministrazioni comunali di riferimento in modo da lavorare alla progettazione dell’offerta che sarà assicurata nelle nuove case di comunità e nelle centrali operative territoriali. Per la realizzazione di questo percorso, così come dell’incontro di oggi, ringrazio già da adesso il coordinatore sanitario Franco Berti e i medici coordinatori delle Aggregazioni: Andrea Panetta di Castagneto, Marco Bolognesi di Rosignano, Patrizia Moschini di Piombino e Stefano Musi di San Vincenzo. Ciascuno di loro avrà un ruolo determinante nel facilitare l’accesso ai servizi sanitari e socio sanitari che abbiamo deciso di organizzare in quattro ambiti territoriali corrispondenti alle quattro Aft”.

“È ancora tanto il lavoro da fare in vista della nuova organizzazione territoriale – ha detto Sandra Scarpellini, presidente della Società della Salute Valli Etrusche – ma la SdS Valli Etrusche è pronta a raccogliere la sfida. Ha professionisti pronti, con il sostegno del sistema sanitario aziendale e regionale, ad affrontare nel 2023 il percorso per l'implementazione degli ospedali di comunità ed hospice già finanziati con la missione 6 del Pnrr e ad iniziare quel confronto preparatorio alla nascita delle nuove case di comunità partito con Venturina Terme inaugurata pochi giorni fa e che confidiamo possa continuare e con quelle di Piombino, Cecina e Rosignano da realizzare entro il giugno 2026”.

Nel corso dell'incontro sono intervenuti il direttore del dipartimento delle specialità mediche, Roberto Andreini che ha illustrato l'importante azione che l'Azienda sta ponendo in essere per la specialistica territoriale, Brunilde Zicarelli del dipartimento del farmaco ha ricordato le azioni di appropriatezza che si stanno ponendo in essere nella prescrizione dei farmaci, il dirigente infermieristico delle Valli Etrusche, Roberto Giuliani, che ha illustrato il nuovo servizio dell'infermiere di famiglia ormai presente in tutto il territorio. Laura Adorni Pallini e Daniela Bicchierini hanno poi esposto l’importante riorganizzazione effettuata dalla Società della Salute nel settore sociale e socio sanitario. Infine Maria Elisa Fantei e Francesca Giunti hanno presentato quanto fatto sui percorsi di cure palliative e sui percorsi specialistici della neurologia e geriatria.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Tutto è iniziato con un messaggio di richiesta di aiuto che ha portato l'anziana madre a effettuare il versamento. Poi la scoperta del raggiro
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Lavoro

Attualità

Attualità

Attualità