Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 10:41 METEO:PIOMBINO10°13°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
venerdì 28 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Quirinale, Letta: «Centrodestra ha tentato di dividerci, ho sbagliato a fidarmi»

Attualità mercoledì 23 settembre 2020 ore 15:46

"La Toscana metta l’agricoltura in primo piano"

Pierpaolo Pasquini

E' l'appello lanciato da Cia Livorno al nuovo presidente Eugenio Giani e alla nuova giunta regionale. "Sostenere le imprese in questa fase difficile"



LIVORNO — Da Cia Agricoltori Italiani di Livorno l'augurio di buon lavoro al nuovo presidente Eugenio Giani, alla nuova giunta regionale e ai consiglieri neoeletti, ma anche uno sprono a fare di più per l'agricoltura toscana.

"Come abbiamo ripetuto negli incontri pre-voto, e sottolineato nel documento 'La Toscana che vogliamo, è arrivato il momento di un maggiore spazio per l’impresa, di tutela per il territorio, dove l’agricoltura sia in primo piano, quindi l’ambiente, la qualità e la competitività delle produzioni regionali siano una priorità, dove non manchino le pari opportunità. Inoltre nel documento della Cia, una sfida che non può essere rimandata: sostegno alle imprese per il post Covid, per non perdere competitività sui mercati italiani ed esteri. - ha sottolineato Pierpaolo Pasquini, presidente Cia Livorno - Il nostro documento programmatico che abbiamo ampiamente diffuso e fatto conoscere negli incontri con i candidati da oggi è a disposizione di chi governerà la Regione per i prossimi cinque anni e per chi siederà sui banchi del consiglio regionale. Vogliamo una Toscana che sia dalla parte delle imprese, che hanno subito e stanno ancora subendo gli effetti devastanti della crisi, con una caduta verticale dei propri redditi, che metta al centro dello sviluppo un settore che vale più del Pil che rappresenta . Una regione che valorizzi il territorio scommettendo sullo sviluppo delle aree rurali e dell’agricoltura; ma anche che investa sull’innovazione, sulle infrastrutture e sui servizi".

Per Cia Livorno è dunque urgente intervenire per il rilancio dell’economia toscana, assumendo come asset strategici il sostegno e lo sviluppo dei settori produttivi più dinamici quali l’agricoltura e l’agroalimentare; ma anche interventi per ridurre la presenza degli ungulati, la cui invasività è aumentata in modo preoccupante durante la fase del lockdown. Per la Cia è necessario anche l’adeguamento di un sistema infrastrutturale, la messa in sicurezza del territorio e, infine, semplificare gli adempimenti per le imprese e per i cittadini.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
In Toscana i nuovi casi registrati sono 10.535 su 65.769 test. Ecco la mappa dei contagi tra Bassa Val di Cecina e Val di Cornia
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità