QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 12°20° 
Domani 12°15° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
venerdì 18 ottobre 2019

Attualità mercoledì 30 settembre 2015 ore 19:17

Cittadini e aziende adottano le aree verdi

Sono ventuno le aree verdi che cittadini, associazioni e aziende hanno deciso di adottare per contribuire al decoro urbano.



PIOMBINO — Partirà dal 1° ottobre il progetto Aree verdi in adozione avviato dall’amministrazione comunale con l’approvazione del “regolamento del verde” a fine marzo.

Oggi pomeriggio alle 16,30 in sala consiliare è stato firmato il protocollo tra l’amministrazione comunale, i cittadini volontari, le associazioni, le aziende che hanno offerto la loro disponibilità a prendersi cura o a sponsorizzare spazi verdi in città rispondendo alla richiesta dell’assessorato al decoro urbano.

Il protocollo definisce infatti le modalità, i termini e le condizioni di svolgimento dell’attività e già dal giorno dopo sarà possibile partire con la manutenzione e al cura delle aree scelte.

Le adesioni pervenute dai cittadini sono in tutto diciotto per un totale di ventuno aree in adozione. In nove casi si tratta di adozioni volontarie, nei rimanenti nove casi di adozione in sponsorizzazione.

L’art. 6 del regolamento infatti, prevede i casi di affidamento volontario, nei quali il soggetto si impegna a svolgere volontariamente interventi di manutenzione e arredo urbano, e casi di affidamento in sponsorizzazione che prevedono anche l’esposizione di targhe informative sul soggetto sponsor.

Le richieste di adozioni volontarie provengono in gran parte da cittadini privati e in alcuni casi da associazioni (associazione Corpo Fauna Ambiente, Dentro le Mura, Ass. Stare insieme) e riguardano i seguenti spazi

piazza della Costituzione e le fioriere nel porticato di via Petrarca e nella piazza, l’aiuola di via Amendola, piazza dei Grani, le aree verdi del condominio di via Ischia, i giardini in via Grosseto, l’aiuola di via Borgo alla Noce, l’area a verde accanto a La Gatta Rossa a Calamoresca, le tamerici di piazza Bovio, le fioriere di viale Etruria a Populonia stazione.

Per le adozioni in sponsorizzazione hanno aderito l’A.S.C.A. (associazione per le scienze e la comunicazione ambientale) per l’area verde che circonda il Centro Giovani, Horus Formazione srl per le due isole spartitraffico e un’aiuola comprese tra via Unità d’Italia e viale Regina Margherita; l’associazione Motocross di Piombino per la macro area verde in loc. Montecaselli; “Oasi della frutta” per il giardino di via Fiume;

il camping “Pappasole” per la rotatoria della strada comunale di Pappasole, “PerMare” srl per la rotatoria di viale Regina Margherita, la pizzera “L’Arsenale” per piazza Ozanam; l’azienda “Poggio Rosso” srl per la rotatoria di Baratti e il ristorante “Demos” per l’isola verde del parcheggio di Baratti.

“Un risultato molto soddisfacente - commenta l’assessore ai lavori pubblici Claudio Capuano - che ci consente di partire con questa sperimentazione. Le adozioni infatti avranno la durata di un anno - spiega Capuano - e, ci tengo a sottolinearlo, rispettano in tutto e per tutto le norme vigenti dal punto di vista assicurativo, di sicurezza ecc. Ringrazio quindi tutti i volontari, cittadini, associazioni, aziende, che hanno risposto a questo progetto in maniera concreta.

Il verde pubblico è un valore collettivo da tutelare in tutti i suoi aspetti. E’ giusto promuoverne un uso più attento per far comprendere che la città è di tutti e che ognuno è responsabile del suo decoro e della sua immagine. Crediamo che questa iniziativa possa rappresentare un’occasione importante di accrescimento culturale, di partecipazione e di condivisione. Mi preme ricordare inoltre che i primi di ottobre partirà anche il lavoro di dieci lavoratori in cassa integrazione che hanno dato la loro disponibilità a svolgere lavori di pubblica utilità in città”.



Tag

Catania, ritrovata la «biga di Morgantina» rubata dal cimitero monumentale

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

Attualità

Attualità